• Home
  • Bici e trasporto pubblico

Bici e trasporto pubblico

Nella sezione del sito “Per chi inizia“, una delle più frequenti domande e perplessità di chi vuole andare in bici ma è ancora titubante, riguarda la possibilità di coprire distanze di diversi chilometri utilizzando la bici come mezzo di spostamento per i tragitti casa-lavoro o semplicemente per gite escursionistiche. A ciò si aggiunge che diverse città possono presentare delle pendenze collinari con diversi saliscendi tali per cui diventa poco agevole o quasi impossibile muoversi in bici. Una delle possibile risposte a queste legittime domande è il concetto di intermodalità.

L’intermodalità è l’utilizzo combinato di più mezzi di trasporto e nello specifico della bicicletta in accoppiata con il treno, le metropolitane, le funicolari,gli autobus, le navi, l’aereo. Come si può immaginare, incentivare una politica di integrazione modale da parte delle amministrazioni comunali, ha sicuramente sia un impatto notevole per la diffusione delle bici in ambito urbano ed extraurbano, sia una forte leva di promozione turisitica.

In numerosi  paesi europei già da tempo è molto diffusa l’intermodalità tanto che nelle stazioni di metropolitane e ferroviarie ci sono parcheggi appositi per le bici dove è possibile lasciare la bici e prendere il treno oppure è presente un sistema di bike sharing capillare .

In Italia purtroppo l’intermodalità con il trasporto della bici sui mezzi pubblici stenta a decollare anche se ultimamente ci sono state in alcune realtà segnali positivi e di apertura da parte delle amministrazioni che fanno ben sperare. Promuovere l’intermodalità davvero può essere un forte volano per la diffusione dell’utilizzo delle biciclette e per lasciare a casa l’auto.

Di seguito si cerca di analizzare come si sviluppa concretamente l’intermodalità in Italia verificando le iniziative di alcune Regioni e Comuni

Bici + Treno:

Sui treni regionali è possibile trasportare la bici negli appositi vagoni segnalati con il simbolo della bici, pagando o un supplemento bici di 3,50 euro utilizzabile per 24 ore dal momento della convalida oppure un biglietto di seconda classe valido per lo stesso percorso, e che deve essere convalidato prima di salire in treno. Se la bici è smontata ed è riposta in apposita sacca (max cm 80 x cm 110 x cm 40) il trasporto della bici è gratuito. Sui treni AV (Alta Velocità) ed ES (Eurostar) sono ammesse le bici purché la sacca venga collocata nei vani per il trasporto dei bagagli previsti nei vestiboli delle vetture (Fonte  Trenitalia)

Un’altra possibilità per viaggiare gratis con la bici è avere una disposizione una bici pieghevole che viene considerata bagaglio a mano gratuito se non supera le dimensioni consentite (max 50x30x25cm).

Il trasporto è ammesso in ragione di una bicicletta per viaggiatore e non è consentito per le biciclette speciali più lunghe di due metri (tandem) e per i rimorchi per le biciclette.

Per i viaggi dei gruppi con un numero di biciclette superiore a dieci è obbligatoria la preventiva richiesta scritta, recante l’indicazione del giorno, del percorso, dei treni, del numero delle bici, sottoscritta dal responsabile del gruppo e da presentare al competente centro comitive o alla stazione di inizio del viaggio con un anticipo di almeno sette giorni dalla data di partenza. Infine va segnalato che per chi è socio della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) è possibile usufruire di sconti se si viaggia in gruppo.

  •  Puglia: dal 2007, a seguito di una convenzione con Trenitalia, è possibile trasportare gratis la bicicletta sui treni contrassegnati da apposito pittogramma e segnalati nell’apposito orario di esercizio esposto al pubblico. La gratuità del trasporto delle bici a bordo treno è valida anche per le altre società di trasporto regionale locale. Per le info clicca qui
  •  Lombardia: per le informazioni clicca qui
  •  Campania: il trasporto della bicicletta sui treni regionali è gratuito il sabato e i festivi
  •  Liguria: le bici viaggiano gratis sempre vedi qui e qui
  •  Lazio: si può trasportare la bici tutti i giorni sui treni FS che espongono il simbolo della bici. l costo del supplemento bici nella zona “Anello” di Roma è di euro 0,90 ed è valido per 90 minuti per tutte le altre zone è di euro 3,50 ed è valido per 24 ore. I possessori degli abbonamenti, mensili od annuali della Metrebus, usufruiscono della gratuità del supplemento bici
  • Toscana: portare la bicicletta costa un 1,10 euro  in più rispetto al normale biglietto ferroviario qualunque sia la tratta effettuata clicca qui
  • Sardegna: sui mezzi ferroviari non è previsto uno spazio apposito per il trasporto delle biciclette. Solitamente, quando si tratta di poche bici (2-3) e si avvisa anticipatamente l’ufficio turistico, si cerca di venire incontro alla richieste clicca qui
  •  Marche: il trasporto delle bici è gratuito sempre
  •  Trentino: tutti i treni circolanti sulla linea ferroviaria Trento-Malè forniscono anche un servizio di trasporto biciclette

Bici + Metro

In alcune  grandi città è previsto il servizio di trasporto bici nelle metropolitane. C’è da dire con un pò di rammarico che si è decisamente lontani dalle esperienze di altre città europee dove la bici viene trasportata con molta più frequenza all’interno dei vagoni delle metropolitane, anche grazie alla predisposizione di vagoni dedicati alle bici. Il regolamento nazionale dell’ USTIF (Ufficio Speciale Trasporti Impianti Fissi ) infatti non prevede il trasporto di biciclette sulle metropolitane per motivi di sicurezza. Ma le cose stanno cambiando, anche se lentamente, grazie anche alla pressione di molti ciclisti e diverse associazioni.

  • Milano: il servizio di trasporto biciclette è attivo sull’intera rete metropolitana clicca qui 
    1. su tutte le linee nei giorni feriali, dall’inizio del servizio fino alle ore 7.00, dalle 20.00 al termine del servizio. Sulle linee M2 e M3, è possibile anche tra le ore 10,30 e le 16.00, dal lunedì al venerdì
    2. il sabato e i festivi, dall’inizio al termine del servizio
    3. nel mese di agosto, tutti i giorni dall’inizio al termine del servizio
    4. se la bicicletta è pieghevole e le dimensioni non sono superiori a cm 80 x 110 x 40, può essere trasportata tutti i giorni e per tutta la durata del servizio su tutta la rete metropolitana e di superficie, senza l’obbligo di riporla in alcuna sacca.

Il trasporto della bicicletta è gratuito. Ogni passeggero può trasportare con sé una bicicletta. Il servizio è sospeso nel mese di dicembre. Dal

  • Roma: il servizio di trasporto biciclette è attivo sull’intera rete metropolitana clicca qui

    • nei giorni feriali dopo le ore 20.00 e il sabato e nei giorni festivi per tutta la durata del servizio sulle linee metro A e B e sulla ferrovia Roma – Lido (passeggero e bicicletta sono ammessi solo sulla prima carrozza nella direzione di marcia del treno; escluse dal trasporto le bici a pedalata assistita)
    • Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti anche per ogni bicicletta va acquistato un biglietto
    • Le biciclette pieghevoli non devono pagare il biglietto e sono ammesse tutti i giorni e per tutta la durata del servizio

  • Napoli: nel capuologo partenopeo si può trasportare  la bici sulla Linea 1 della metro dal lunedi al venerdi dalle ore 6.00 alle ore 7.00 e dalle ore 20.00 fino a fine servizio. Il sabato e la domenica tutta la giornata. Sulla Linea 6 è possibile trasportarla tutti i giorni senza limitazione di orario. Nel mese di agosto, tutti i giorni dall’inizio al termine del servizio. Sia sulla Linea 1 che Linea 6 il trasporto della bici è gratuito. clicca qui
  • Genova: al momento non è possibile il servizio di trasporto biciclette sulla metro
  • Torino: al momento non è possibile il servizio di trasporto biciclette sulla metro

Bici + Funicolare

In diverse città collinari e in alcune zone turistiche è previsto il servizio di trasporto bici sulle funicolari.

  • Como-Brunate: il trasporto di biciclette è possibile sulle vetture della funicolare con modalità indicate nel regolamento di esercizio, esposto nelle stazioni e sulle vetture, o modalità indicate dal personale addetto http://www.funicolarecomo.it/
  • Bergamo: il trasporto di biciclette è ammesso nelle sole corse dalla stazione inferiore a quella superiore, fino ad un massimo di 4 biciclette per corsa. Il trasporto di una bicicletta per ogni ciclista è ammesso previo pagamento di un biglietto aggiuntivo a tariffa urbana, come qui indicato
  • Genova: sulle funicolari Zecca-Righi e Sant´Anna il trasporto bici è possibile durante tutto l’arco di apertura dell’impianto ed è limitato alla sola direzione di marcia in salita. Ogni passeggero può portare con sé non più di una bicicletta, previo pagamento di un secondo biglietto ordinario. In caso di forte affluenza, la precedenza deve essere data ai passeggeri non muniti di bicicletta. Inoltre, sulle funicolari Zecca-Righi e Sant’Anna possono essere trasportate non più di tre biciclette per ogni piattaforma di ogni vettura. (clicca qui)
  • Napoli: A bordo delle funicolari Centrale, Chiaia, Montesanto e Mergellina è possibile trasportare la bici in tutti i giorni della settimana e si può portare un numero massimo di tre bici per corsa. Sulle carrozze della funicolare Mergellina se ne possono ospitare soltanto due. Il trasporto delle bici è gratuito (clicca qui)
  • Orvieto: sulla funicolare è consentito il trasporto di biciclette con una differenza nelle modalità di trasporto: sulle corse programmate massimo n°4 biciclette con massimo 35 passeggeri a bordo, sulle  corse straordinarie (solo ciclisti) massimo n°12 biciclette. Gli abbonati al Servizio Urbano di Orvieto possono trasportare gratuitamente una bicicletta al proprio seguito. (clicca qui)

Bici + Tram

  • Cagliari: è possibile trasportare un massimo di due biciclette sui tram cittadini, ad esclusione della fascia oraria dalle 7,40 alle 8,40, dalle 12,30 alle 14,00 dei giorni feriali del periodo scolastico (clicca qui)

Bici più aereo

A questo link si trovano tutte le informazioni con i prezzi per il trasporto della bici in aereo

 

Contribuisci alla qualità e all’aggiornamento dell’informazione di questa sezione. Inviaci i tuoi contributi utilizzando il form dei commenti qui in basso

 

8 Risposte a “Bici e trasporto pubblico”

  1. molto carino… infatti si inquinerebbe meno

     
    • viviana
  2. Per le tratte il cui prezzo del biglietto sia inferiore ai 3.50 euro è possibile acquistare un secondo biglietto passeggero.
    Il trasporto bici è anche previsto in molti treni interregionali: già, peccato che questa tipologia di treni, insieme ai regionali, stia rapidamente sparendo :(

     
    • attilio
  3. Da domani (1° novembre 2011) il regolamento del trasporto bici sulla rete metropolitana di Milano è stato modificato nei seguenti punti:
    - il trasporto di una bici per passeggero è GRATUITO
    - allargamento della fascia oraria feriale dall’inizio del servizio fino alle ore 7

    Vi prego di aggiungere una restrizione che purtroppo è rimasta in vigore:
    - il servizio è sospeso nel mese di dicembre.

     
    • angystardust
    • Grazie davvero per la segnalazione. Abbiamo aggiornato la sezione.

       
      • admin
  4. Speriamo che anche napoli si adegui al più presto per permettere il trasporto delle bici su metro anche nei giorni feriali utilizzando fasce orarie dedicate!

     
    • Paolito
  5. bell’articolo
    ricordatevi che a napolianche le funicolare

     
    • mari
    • Sulle funicolari pubblicheremo a breve degli aggiornamenti. Vi invitiamo inoltre a condividere sempre informazioni che possono essere utili a tutti.

       
      • admin
  6. Ottimo articolo, direi meglio del servizio pubblico :D

     
© 2011 BiciZen®