Fiat Topolino, la terribile verità: quasi nessuno lo sapeva

La famosa automobile Fiat Topolino, prodotta dal marchio torinese, nasconde una verità conosciuta solamente da pochissime persone.

Una delle automobili più iconiche realizzate dalla Fiat è senza dubbio la Topolino, la quale fu prodotta dal 1936 al 1955. In realtà, la vettura è stata ribattezzata con questo. nome particolare per il suo piccolo telaio. Questa accattivante vettura ha un’importanza storica enorme, poiché riuscì a rivoluzionare la vita quotidiana di milioni di persone. Non a caso, nel 1930 il governo chiese al co-fondatore di Fiat di creare un’automobile economica, capace di motorizzare il popolo italiano.

Verità sulla Topolino
Fiat Topolino, una verità che lascia senza parole (Fiat Store) – Bicizen.it

L’idea di creare un'”auto del popolo “fu inoltre ripresa dalla Germania, infatti pochi anni dopo il governo tedesco fondò la Volkswagen, il cui obiettivo era diffondere una nuova mobilità. Oggi, la Fiat ha deciso di riportare a galla il nome “Topolino”, creando una nuova versione estremamente moderna.

La verità sulla Fiat Topolino

Tantissimi italiani non vedono l’ora di ammirare la nuova Fiat Topolino, soprattutto perché possiede un DNA 100% italiano. Qualche giorno fa, presso il centro polifunzionale del Lingotto, l’azienda torinese ha festeggiato un doppio anniversario con la Disney. Il motivo è semplicissimo: nel 1923, cioè esattamente 100 anni fa, nascevano quasi contemporaneamente la gigantesca fabbrica Fiat di Torino e la Disney americana. E non solo: uno dei personaggi simbolo creati dalla Walt Disney Company è Topolino.

Una scelta, questa, che riprende quella fatta dalla casa automobilistica italiana. Per l’occasione, l’azienda del gruppo Stellantis ha stretto una collaborazione con il colosso americano, il cui obiettivo è decorare cinque esemplari di Fiat Topolino.

la verità sulla fiat topolino
Fiat Topolino con verniciatura Disney (foto YouTube) – bicizen.it

Più nel dettaglio, i designer hanno raffigurato il volto di Mickey Mouse sulla carrozzeria di questi veicoli. Tuttavia, durante la cerimonia i vertici dell’azienda torinese hanno elogiato l’italianità della nuova automobile, evidenziando anche le disparità presenti nel gruppo Stellantis. La Francia, ad esempio, produce addirittura 1 milione di veicoli Stellantis all’anno, mentre l’Italia solamente 400.000. Inoltre, la Fiat Topolino dovrà essere prodotta a Kanitra, in Marocco. Una decisione, quella di decentralizzare la produzione dell’auto, che scatena sempre molte polemiche.

Stellantis spiega la scelta con la ragione che il costo del lavoro è minore in Marocco, quindi produrre un’automobile nel Nord Africa è molto più conveniente. Prossimamente, anche la nuova Fiat 600 sarà prodotta fuori dall’Italia, precisamente in Polonia. Un fenomeno che riguarda molti brand, non soltanto Stellantis, ma che non smette mai di far discutere per un discorso di manodopera e costo della produzione.

Impostazioni privacy