MotoGP, come vengono assegnati i punti? Ecco il sistema che decreta il campione del mondo

Il mondiale di MotoGP ricomincerà solo il secondo weekend di marzo sulla pista di Lusail: solo così si può calcolare chi diventerà campione

Ancora poco più di un mese e il mondo della MotoGP tornerà ad animarsi. Ricomincerà tutto con Pecco Bagnaia e la sua Ducati ancora al via con il numero 1 sulla carena. Ma anche con avversati vecchi e nuovi, o meglio con una nuova moto, come Marc Marquez che per la prima volta sarà al via su una Desmosedici.

MotoGP assegnazione punti Mondiale
MotoGP, è tutto pronto per la ripresa (Ansa) – Bicizen.it

Molti dei dubbi attuali saranno spazzati via primi test stagionali che sono già stati programmati. Le prove partiranno a Sepang da giovedì 1 a sabato 3 febbraio 2024 con lo Shakedown riservato ai collaudatori e agli esordienti. Uno su tutti Pedro Acosta, fresco campione della Moto2 e al suo debutto con la GasGas.

Poi da martedì 6 a giovedì 8 febbraio sulla pista malese saranno in azione tutti i piloti della MotoGP. Ultima tornata di Test di nuovo a Lusail lunedì 19 e martedì 20 febbraio. Tre settimane dopo, dall’8 al 10 marzo, il primo appuntamento stagionale sempre in Qatar. A seguire, nel weekend del 24 marzo del GP Portogallo a Portimao.

Poi il Motomondiale si sposterà in Argentina e Stati Uniti prima della lunga parentesi europea aperta dal GP di Spagna a Jerez il 28 aprile. Domenica 2 giugno il Gran Premio d’Italia al Mugello, seguito due settimane dopo dal debutto di Sokol, per il GP del Kazakistan.

Nel fine settimane dell’8 settembre a Misano l’ultima gara in Europa prima della lunga parentesi orientale. In ordine India, Indonesia, Giappone, Australia, Thailandia e Malesia. Infine la conclusione il 17 novembre con il GP di Valencia.

MotoGP, come vengono assegnati i punti? Così è più facile capire chi diventa campione

Per gli appassionati non sarà difficile distinguere tutti i cambiamenti che caratterizzeranno la prima gara della MotoGP. I fratelli Marquez con le due Desmosedici del Team Gresini, Fabio Di Giannantonio insieme a Marco Bezzecchi nel Team VR46. E ancora, Franco Morbidelli nello stesso box di Jorge Martin con la Ducati Pramac, ma anche Luca Marini al debutto con la Honda HRC che è stata di Marquez.

MotoGP assegnazione punti Mondiale
Pecco Bagnaia campione, ecco come ha fatto (Ansa) – Bicizen.it

Tante novità accanto alle certezze. Perché sono cambiare alcune squadre, ma non il calendario che vivrà di 22 appuntamenti. Due meno del Mondiale di Formula 1 ma con una differenza sostanziale: se lì le gare Sprint saranno ancora una volta solo sei, qui invece sono confermati tutti i weekend doppi.

Per chi non conoscesse perfettamente il regolamento, ecco come sono assegnati i punti che determinano la classifica e quindi incoronano il campione del mondo. Dal 1993 in tutte le classi, che oggi sono MotoGP, Moto2 e Moto3, sono premiati i primi 15 al traguardo. Chi vince ottiene 25 punti, il secondo 20, il terzo 16, il quarto 12, il quinto 11 e poi a scalare del sesto al quindicesimo che prende 1 punto.

La vera novità è rappresentata dalle Sprint inaugurate solo quest’anno. In questo caso, punti solo ai primi nove, perché dimezzati rispetto al Gran Premio classico. Chi vince ne prende 12, il secondo 9, il terzo 7 e a scalare fino al nono che incassa 1 punto.

Impostazioni privacy