Problemi in casa Hyundai, richiamo per un modello di punta: cosa è stato scoperto

Stando al sito Carscoop sarebbe stato riscontrato un problema su un noto modello della casa coreana che si è già attivata per la soluzione

Al giorno d’oggi, le misure di sicurezza in campo automobilistico sono davvero massicce, al punto che un guasto molto pericoloso su un modello venduto da una casa autorizzata ad operare in Europa si può considerare una cosa rarissima. Questo grazie all’operato di enti come il Rapex o l’NHTSA che in Europa ed America del Nord fanno del loro meglio per sottoporre a controlli costanti le vetture che vengono commercializzate nei vari mercati.

Hyundai richiamo Kona USA
Hyundai Kona (Ansa) – Bicizen.it

Tutte le case automobilistiche danno ovviamente grande priorità alla sicurezza dei mezzi venduti, un aspetto fondamentale per il prestigio e il mantenimento delle posizioni di mercato anche in confronto con una concorrenza sempre più agguerrita nei vari segmenti di produzione.

Tuttavia, nonostante l’attenzione costante, ci si può imbattere in problematiche successive alla commercializzazione dei modelli. I controlli delle autorità preposte possono infatti evidenziare possibile anomalie da correggere il primo possibile. E’ accaduto recentemente a Tesla, costretta a un’imponente campagna di richiamo in Cina. Stessa situazione, negli Usa, per la Hyundai come riportato in un recente articolo pubblicato su Carscoop.

Hyundai risponde alla chiamata

Il problema riscontrato dalla Insurance Institute for Highway Safety americana riguarda un modello di punta della Casa coreana ossia la nuova Hyundai Kona con motore 1.6 turbo. Il problema sarebbe stato riscontrato in un crash test e ha costretto l’autorità di sicurezza a un richiamo.

Hyundai richiamo Kona USA
Hyundai Kona, richiamo negli Usa – Bicizen.it

Cosa è successo? In poche parole, durante un crash test avvenuto a novembre 2023 la vettura è stata testata alla velocità di 64 chilometri orari in una simulazione di impatto frontale. A quanto pare, come riporta Carscoop, la vettura avrebbe preso fuoco.

Naturalmente no ma la prudenza non è mai troppa, ragione per cui la casa ha richiamato le ben 10,984 Kona di questo tipo già vendute negli Stati Uniti per montare un sistema aggiuntivo di protezione che possa scongiurare il rischio evidenziato nel crash test.

Il problema, dunque, è in via di risoluzione e permetterà ai possessori del modello di utilizzare la propria auto in totale sicurezza. A proposito di Hyundai e Usa, anche la casa coreana sarà presenta al Ces di Las Vegas, l’esposizione dedicata alle innovazioni tecnologiche nell’ambito dell’automotive. Nell’occasione Hyundai presenterà software di bordo con integrazione dell’intelligenza artificiale nella gestione dei dispositivi e nuovi motori alimentati ad idrogeno.

Impostazioni privacy