Formula 1 stravolta, arriva la decisione definitiva: tutti spiazzati

La Formula 1 si trova per la prima volta ad affrontare una particolare situazione che non si era mai verificata

Il Circus riprenderà la propria corsa il prossimo 2 marzo, con il Gran Premio del Bahrain. C’è grandissima attesa per i test invernali, sempre sul circuito di Sakhir, per capire i reali rapporti di forza del 2024.

Formula 1 calendario GP 2024
Una novità in Formula 1 lascia tutti stupiti (Ansa) – Bicizen.it

Il periodo di pausa della Formula 1 non durerà ancora a lungo, considerando il fatto che a breve inizierà la girandola delle presentazioni delle nuove monoposto. La Ferrari sarà tra le prime, il 13 febbraio, preceduta da Stake F1 (Sauber) e Williams. Red Bull e Mercedes arriveranno poco dopo, con una grandissima attesa per capire se ancora una volta Adrian Newey sia stato in grado di tirar fuori un’altra genialata.

Il campionato 2024 sarà tra l’altro il più lungo di sempre, con ben 24 appuntamenti, concentrati tra il 2 marzo e l’8 dicembre. In totale si vivranno 6 week end con la Sprint Race al sabato, in concomitanza con gli appuntamenti del GP della Cina, del Gran Premio di Miami, del GP d’Austria, del Gran Premio degli Stati Uniti, del GP del Brasile e del Gran Premio del Qatar.

Insomma in barba a quanto dichiarato nel recente passato da Max Verstappen riguardo dei troppi spostamenti in programma e dell’eccessivo impegno per meccanici e addetti ai lavori, Liberty Media vuole un Circus sempre più affollato.

Formula 1, una grande novità a inizio stagione

Ci sarà però un’altra grande novità in questo inizio di Mondiale 2024 e riguarderà la disputa di due gare al sabato invece che alla domenica. Stiamo parlando del Gran Premio d’esordio in Bahrain e di quello seguente in Arabia Saudita, schedulati rispettivamente per il 2 e il 9 marzo. Sakhir e Gedda, rispetto all’anno scorso dovranno quindi rivedere i propri piani e il motivo è strettamente religioso.

Max Verstappen test Ferrari Portimao
Max Verstappen, la difesa del titolo inizia in Bahrain (Ansa) – Bicizen.it

In quel periodo, infatti, cadrà il Ramadan, il nono mese del calendario islamico, considerato sacro e dedito al digiuno, alla preghiera e alla riflessione. La domenica non si possono tenere avvenimenti e per questo si anticiperà tutto di un giorno, come avvenuto l’anno scorso a Las Vegas, dove per motivi televisivi si è corso di sabato sera alle 22 (ora locale).

Per ritrovare un Gran Premio di domenica bisognerà attendere il 24 marzo, quando si disputerà il consueto appuntamento di Melbourne, in Australia. Per quella data avremo già capito se Leclerc potrà dire la sua nella lotta al titolo contro il famelico Verstappen.

Impostazioni privacy