Altro che monopattino, ci muoveremo così: la più grande invenzione del 2023

I monopattini elettrici sono già quasi preistoria: arriva un nuovo mezzo di locomozione davvero rivoluzionario

I monopattini elettrici hanno invaso sempre più le nostre strade cittadine. Sono diventati quasi un cult per gli italiani che lo preferiscono anche al motorino perché non è necessaria – almeno al momento – alcun tipo di assicurazione. Veicoli leggeri e trasportabili a mano quando non necessari, in grado di districarsi nel traffico con grande naturalezza e pieghevoli da occupare il minor spazio possibile.

Monopattini elettrici addio
Monopattini elettrici, arriva un nuovo mezzo di locomozione (Ansa Foto) – Bicizen

Peraltro in tanti ne fanno un utilizzo quasi al di fuori delle regole, basti pensare il loro utilizzo sui marciapiedi o le soste selvagge su di essi. In molte città è già arrivato un giro di vite nei confronti di questi mezzi, anche perché gli incidenti si sono moltiplicati quasi all’inverosimile.

Da qui la necessità di imporre regole più severe, anche per quanto riguarda le aziende di noleggio che offrono in servizio proprio questi mezzi. Presto, però, potrebbero già essere preistoria i monopattini, anche perché è arrivata un’invenzione che promette di essere rivoluzionaria, o quasi.

Monopattini elettrici già preistoria: ecco le Moonwalkers

La Shift Robotics ha inventato le Moonwalkers, una sorta di scarpe a rotelle che prendono il nome ovviamente dal celebre passo di danza di Michael Jackson. Le rotelle piazzate sotto le scarpe sono dotate di intelligenza artificiale ed aumentano il passo della camminata fino ad una velocità massima di 11 km/h, di fatto 2,5 volte quella di una passeggiata normale. Ed è necessario appena un metro per fermarsi, quindi sono davvero contenuti gli spazi.

Monopattini elettrici addio
Moonwalkers, il nuovo mezzo di locomozione (media press Shift Robotics) – Bicizen

Un’invenzione davvero rivoluzionaria, basti pensare che il Time l’ha piazzata nei primi 200 posti per quanto riguarda le invenzioni dello scorso anno. Peraltro questo sistema è stato finanziato con 329mila dollari totali da parte di 570 persone che hanno investito 799 dollari a testa.

L’intelligenza artificiale del sistema comprende il ritmo della camminata e la aumenta in base al nostro passo ma riesce anche ad arrestare le ruote in caso di una salita delle scale. Appena 2,5 chili il peso di queste scarpe, l’autonomia è di circa un’ora e mezza e si ricaricano sia nella classica presa di casa che perfino con un powerbank, considerato come siano dotati di una presa Usb-C.

Non mancano, però, le controindicazioni; se l’occhio vuole assolutamente la sua parte, di certo queste scarpe non sono certo il massimo per quanto riguarda l’estetica ed il design. Senza dimenticare il costo in negozio, che dovrebbe essere di 1.400 dollari, davvero troppi. Se da un lato, quindi, può essere un’invenzione rivoluzionaria, dall’altro rischia di essere un vero e proprio flop. 

Impostazioni privacy