Il mondo delle due ruote è cambiato: bruciato oltre 1 milione di euro

Il mondo delle due ruote è cambiato e in pochi giorni è stato bruciato oltre 1 milione di euro. Ma di cosa stiamo parlando?

Sono giornate molto importanti queste per quanto riguarda le biciclette e tutte le persone che sostengono la mobilità ecosostenibile.

Soldi investiti o buttati?
Bruciato oltre un milione di euro (Bicizen.it)

Ormai da mesi ci battiamo per farvi capire l’importanza delle bici. Queste infatti sono di straordinaria importanza per tantissimi fattori. Il primo è senza dubbio quello della salute, perché lo sport, se avvallato dal nostro medico, può portare infiniti benefici sia fisici che psicologici. Senza dimenticare l’ambiente perché questi mezzi a impatto ambientale pari a zero non emettono agenti inquinanti.

Passiamo poi a parlare da vicino anche delle nostre economie perché il mezzo è anche a consumo zero e dunque non ha bisogno di carburante. Aggiungiamo a questa esplosione la diffusione a macchia d’olio della bici elettrica che ha reso quello che era uno sport anche mezzo di trasporto che permette inclusività e aiuta anche chi prima non poteva salire in sella. Ma ora andiamo a leggere qualcosa in più legata al milione di euro di cui parlavamo.

Un milione di euro per le bici

Stiamo parlando di oltre un milione di euro, una cifra davvero considerevole con la quale volendo si possono comprare anche più appartamenti in una città costosa come Roma. Vogliamo però specificare che si tratta di soldi spesi bene.

In Emilia Romagna il bando sul bonus bici ha creato grande attenzione nel pubblico che ha deciso di fare domanda in massa. Ed è così che nella prima settimana dall’apertura del bando è esaurita più della metà del budget dell’interno anno. Si parla di 2473 domande per un valore pari a 1.2 milioni di euro considerando i circa 500 euro a domanda.

Invesitmento travolgente
Spesi tanti soldi per il Bonus Bici (Bicizen.it)

Come riportato da BolognaToday hanno parlato Irene Priolo, vicepresidente con delega alla transizione ecologica, e Andrea Corsini, assessore alla mobilità, specificando: I cittadini hanno capito il valore dell’iniziativa e stanno cogliendo l’occasione per fare qualcosa di concreto sia per l’ambiente che per se stessi. Usare le biciclette è una buona pratica per la salute e l’ambiente perché può contribuire a migliorare quella che è la qualità dell’aria oltre alla vivibilità delle città e ovviamente il nostro benessere”.

Ora si parla di un vero e proprio successo della misura con obiettivo 2025 per raggiungere la soglia del 50% di traffico maggiormente ecologico con una riduzione del 20% del traffico veicolare. E ora aspettiamo perché non è finita qui.

Impostazioni privacy