Fiat Panda 4X4: sapevi come è nata? Questa davvero non la sapevate

La FIAT Panda 4×4 è una delle Auto iconiche del marchio. Vi sveliamo un retroscena davvero interessante sulla sua produzione.

Da oltre 100 anni la FIAT ha dimostrato di poter rimanere sempre competitiva sul mercato, grazie alla produzione di una serie di automobili capaci di farsi apprezzare per il loro rapporto tra la qualità e il prezzo. Utilitarie che sono perfette per ogni evenienza e tipologia di mobilità, da quella cittadina all’off road.

Nascita FIAT Panda 4x4 retroscena produzione
Come è nata la FIAT Panda 4×4? Il retroscena vi stupirà – Bicizen.it

Queste caratteristiche sono pienamente rispecchiate dalla FIAT Panda, un modello che è nato ormai nel lontano 1980, ma che ha saputo mantenersi sempre competitivo sul mercato, tanto è vero che anche oggi è nettamente l’auto più acquistata sul nostro mercato. Numeri davvero eccezionali che permettono alla FIAT di rinnovare sempre di più la gamma, nella consapevolezza di un sicuro successo tra i clienti.

Tra le varie versioni della Panda, una ha mantenuto intatto il suo prestigio. Si tratta dell’iconica 4×4. La FIAT ebbe un’idea davvero incredibile, perché in pochi consideravano vincente l’idea di poter creare un’auto utilitaria che fosse a trazione integrale, ma i fatti hanno dato ragione ancora una volta alla scelta dell’azienda.

La Panda 4×4 è diventato un mito e ha saputo rinnovarsi in varie occasioni nel corso della propria storia, tanto è vero che ancora oggi l’azienda del Gruppo Stellantis ha dato vita a un modello celebrativo per i suoi 40 anni. Non tutti però sanno come è nata, con la storia che è davvero incredibile e appassionante.

FIAT e Steyr-Puch: ecco come è nata la Panda 4×4

Dopo tre anni che si stava imponendo sul mercato, la FIAT capì che la Panda era il cavallo vincente sul quale puntare anche per provare a osare di più sul mercato. Nel 1983 infatti la Fiat decise di dare il via a una collaborazione con Steyr-Puch, un’azienda austriaca, con la quale ha potuto fare in modo che si potesse dare vita a un sistema a quattro ruote motrici da applicare alla citycar.

Nascita FIAT Panda 4x4 retroscena
FIAT Panda 4×4, ecco come è nata – Bicizen.it

La casa austriaca fu fondamentale, perché ha realizzato per il progetto Fiat, la frizione, l’albero di trasmissione, la scatola del cambio, i freni e l’assale posteriore con differenziale. Il modo con cui aveva modo di superare qualsiasi pendenza era legato al fatto che presentava una prima marcia molto corta e dunque poteva arrampicarsi ovunque.

L’idea era dunque quella di creare una sorta di piccolo fuoristrada che fosse accessibile a tutti i clienti, soprattutto a coloro che non disponevano di grandi possibilità economiche, ma che vivevano in zone con strade spesso tortuose e innevate. La Panda 4×4 nasceva proprio con il concetto di potersi muovere e spostare in qualsiasi luogo, con la sua straordinaria velocità e una guidabilità degna delle migliori vetture.

Il peso dell’auto inoltre era davvero molto leggero, dato che toccava solo i 740 kg, caratteristica ulteriore che ne favoriva una notevole agilità. Il primo motore era in grado di erogare 48 cavalli, dunque non era di certo un’auto sportiva. In seguito è cresciuto di potenza e prestazione. Il resto della storia lo conoscete tutti..

Impostazioni privacy