Autostrade, al via le domande per ottenere i rimborsi: come funziona e chi ne ha diritto

Hai viaggiato in autostrada sul territorio di questa Regione? Allora sembra proprio che tu possa richiedere un risarcimento, ecco come funziona. 

Consuetudine per chi viaggia spesso in autostrada, sia per lavoro che per motivi personali, trovare delle zone molto trafficate. Magari per via di un incidente, dunque per un disagio temporaneo. Ma spesso comunque, i rallentamenti coincidono con lavori di manutenzione delle strade in questione.

Disagi in autostrada
Risarcimenti in arrivo! (Canva) – Bicizen.it

Il traffico fa parte del ‘gioco’, ma molto spesso crea disagi, ritardi e problemi per gli autotrasportatori. Ovvero coloro che guidano camion, tir o furgoni commerciali e che sono addetti al trasporto di materiali di vario genere. In tal senso c’è un tratto autostradale che negli ultimi anni è stato segnato dai rallentamenti.

Stiamo parlando delle autostrade liguri, in particolare nei pressi di Genova. Il tutto scaturito dalla tragica caduta del Ponte Morandi nel 2018, che ha creato drammatici disagi al transito. Così come i successivi lavori intensi su tutta la rete autostradale della regione, per poter ricostruire il ponte ed effettuare una maggiore manutenzione per evitare altri disastri.

Autotrasportatori, rimborsi in arrivo per i disagi nella Regione Liguria

Una buona notizia è in arrivo per tutti gli autotrasportatori che hanno dovuto rallentare il proprio lavoro per colpa dei disagi autostradali in Liguria nel 2022 e nel 2023. Infatti sono stati stanziati dei fondi governativi che potranno in qualche modo rimborsare gli aventi diritto tramite richiesta formale.

Disagio in autostrada in Liguria
In Italia, queste persone potranno ricevere dei risarcimenti (Ansa) – Bicizen.it

È ciò che è stato deciso in un tavolo tecnico con Regione Liguria, Comune di Genova, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e Autostrade per l’Italia, insieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ovvero lo stanziamento di 70 milioni di euro per accreditare i rimborsi agli autotrasportatori danneggiati entro il marzo del 2024.

A partire dal mese di dicembre questi ultimi potranno presentare le domande per ottenere i rimborsi forfettari, ovviamente allegando una sorta di motivazione ed i danni – principalmente economici – subiti da guidatori e aziende per via del caos autostradale su territorio ligure.

“La sicurezza di tutti sulla rete autostradale è e rimane una priorità assoluta, come anche la realizzazione di nuove infrastrutture che potenzino sempre di più il nodo genovese e le autostrade liguri, ma era necessario un adeguato sostegno agli operatori che stanno fronteggiando una situazione complessa dal punto di vista dei disagi relativi ai lavori sulle autostrade” – ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a margine della delibera recente.

Impostazioni privacy