Crolla il prezzo di un componente Auto: costa la metà, risparmi enormi in vista

Le auto elettriche continuano a costare una fortuna ma c’è una importante novità che potrebbe cambiare lo scenario.

Il mercato delle auto elettriche stenta a decollare alle nostre latitudini per una questione legata anche alla mancanza di possibilità economiche concrete per effettuare la transizione. Prima o poi tutti dovranno accettare l’idea che, salvo passi indietro clamorosi, dovranno guidare un giorno un’auto con la nuova motorizzazione. Il motivo? E’ molto semplice e si lega alle scelte politiche decise in sede europea.

Auto elettriche diminuzione prezzo litio batterie
Potrebbe esserci un’importante svolta per le Auto elettriche – Bicizen.it

Dal 2035, infatti, non verranno più vendute auto con motori termici, comprese le vetture ibride. In questo scenario c’è chi ha deciso di non cambiare la sua cara vecchia macchina a benzina e diesel, aspettando tempi migliori. In Italia la crisi economica dettata anche dai difficili anni della pandemia ha portato molte famiglie a dover pensare all’essenziale. Al momento l’auto elettrica non è una priorità.

C’è chi ha sfruttato gli ecobonus per provare la tecnologia agli ioni di litio, ma va riconosciuto come le batterie moderne non rappresentino ancora il massimo della vita. Chi ha scelto di acquistare un’auto elettrica è definito con un inglesismo un early adopter. In sostanza sta adattando le sue abitudini a quelle del mezzo che ha scelto di acquistare. Di conseguenza, al di là del bisogno di un box privato, c’è anche il fastidio di dover attendere molte ore per riavere la disponibilità del mezzo.

Un pieno nel giro di pochi secondi dal benzinaio rappresenta ancora la soluzione più comoda, sebbene non la più economica. Con l’invasione russa in Ucraina e le conseguenti sanzioni, il prezzo del carburante è schizzato alle stelle. In una fase di inflazione massima c’è anche chi, senza particolari patemi, ha deciso di osteggiare l’auto elettrica. Non possiamo biasimarlo, ma in futuro tutto potrebbe cambiare in vista anche di un risparmio sensibile sul prezzo di acquisto di una EV e sull’eventuale sostituzione del pacco batteria.

Batteria a ioni di litio, si attende la svolta

Diverse case costruttrici stanno già investendo sulle batterie a stato solido che dovrebbero essere più leggere, meno costose e garantire anche una autonomia maggiore. Il litio ha registrato, da inizio anno, una percentuale negativa del 75% rispetto al 2022. Secondo la sempre attendibilissima fonte di Bloomberg, i prezzi cinesi (punto di riferimento in questo mercato) del carbonato di litio, forma semilavorata del metallo, sono scesi di un totale del 20% nel corso dell’intero mese di novembre.

Auto elettriche diminuzione prezzi batteria litio
Auto elettriche, qualcosa potrebbe cambiare per le batterie (Ansa) – Bicizen.it

Per di più il valore della roccia contenente litio, estratta in Australia, si è più che dimezzato da gennaio ad oggi. Il costo del metallo quindi usato per le EV non si arresterà. In base ai dati raccolti dalla società di consulenza di settore Benchmark Mineral Intelligence il mercato del litio non tornerà in deficit prima del 2028 perché sono aumentati i tassi di interesse in uno scenario incerto circa le vetture elettriche.

L’analista di Bloomberg, Nef Allan Ray Restauro, ha spiegato che l’offerta di litio risulterà in maggiore crescita nel 2024 con i prezzi che potrebbero, ulteriormente, crollare. C’è una percezione dei consumatori sui veicoli a batteria che sta inducendo ad un vantaggio in chiave futura. Se i prezzi della materia premia delle batterie dovessero continuare a scendere, la possibilità che ci sia una tendenza al ribasso del costo finale delle auto elettriche potrebbe essere concreta.

Impostazioni privacy