Moto in Italia, maxi sequestro e sgomento generale: tutti increduli

Incredibile evento in Italia che ha portato a un maxi sequestro nei confronti di alcune moto eccezionali, lasciando tutti di stucco.

In questi ultimi anni i dati riguardo all’immatricolazione di motociclette in Italia sono sensibilmente migliorai. Le statistiche infatti mostrano come nel Belpaese non siano mai state acquistate così tante moto come negli ultimi anni, il che comporta a un sensibile aumento del giro di denaro in questo mercato.

Moto sequestrate frode Procura Lodi
Moto sequestrate (Canva – bicizen.it)

Purtroppo, è una pratica nota a tutti il fatto che nel momento in cui aumentano i soldi immessi in un settore aumentano anche coloro che vogliono approfittarsene con una serie di azioni illecite. Per questo motivo le Forze dell’Ordine devono essere sempre pronte per poter impedire che accadono certe frodi.

La pratica è ormai diffusa in tutta Italia, con alcune società che nascono solo per coprire delle attività illecite. Per poter fare in modo che l’attività sia credibile servono però anche dei macchinari. Quando si decide di attuare un’azione criminale e contro la Legge lo si fa sempre per poter aggirare un qualche tipo di regolamento, del resto.

Anche a coloro che decidono di frodare lo Stato piacciono le motociclette, ma a quanto pare in certi casi possono diventare proprio queste le prime cose a essere sequestrate. Lo si è visto in Lombardia di recente, con il Tribunale di Lodi che ha dato il via a un maxi sequestro dalla portata imponente e ora diversi uomini dovranno spiegare la propria posizione.

Frode allo Stato: sequestrate in Lombardia Honda, Kawaski e non solo

L’azione di frode nei confronti dello Stato è avvenuta in Lombardia, con la nascita di alcune società che si trovavano in provincia di Lodi e di Cremona. La Guardia di Finanza ha cercato di fare chiarezza su queste attività, in quanto non sembrava reale il fatto che vendessero cosmetici o prodotti elettronici, come in realtà avevano dichiarato.

Moto sequestrate frode Procura Lodi
Moto sequestrate (Ansa – bicizen.it)

Dunque le fiamme gialle hanno deciso di controllare approfonditamente e per prima cosa hanno constato come queste attività non presentavano delle strutture idonee per la produzione e la vendita di questi materiali. A quanto pare in cinque anni sono state emesse una serie di fatture totalmente finte, ottenendo così una serie di agevolazioni fiscali.

Questo ha portato così i protagonisti di questa triste vicenda ad arricchirsi e a spendere gran parte del denaro guadagnato illegalmente in prodotti di lusso. Per esempio la Finanza ha sequestrato ben 5 Rolex e in totale la capacità finanziaria dei proprietari di queste aziende in termini economici era di ben 1,8 milioni di Euro.

A quanto pare, i protagonisti di questa truffa erano però dei grandissimi appassionati di automobili e soprattutto di moto. Sono ben 22 i mezzi che le Forze dell’Ordine hanno sequestrato, con il Giappone che era nel loro cuore. Non mancavano di certo le Kawasaki, le Honda e le Yamaha all’interno del loro garage, apprezzando moltissime anche le versioni da cross. Le fatture false ammontavano a un “bottino” per un totale di 12 milioni di Euro e complessivamente il valore del sequestro ha portato a un totale di 4 milioni 990 mila Euro che adesso non ingrosseranno più le tasche dei malfattori.

Impostazioni privacy