Lewis Hamilton è una furia: non gli è piaciuto affatto

Ci sono state molte polemiche negli ultimi giorni per quanto accaduto in Formula 1. Lewis Hamilton non le manda a dire

Il mondiale di Formula 1 si è concluso in maniera deludente per Lewis Hamilton che, comunque, può sorridere ripensando a come era andata la passata stagione. Ilsette volte campione del mondo ha nettamente battuto George Russell, dimostrando di poter ancora essere il “capitano” all’interno della Mercedes, pur necessitando di una monoposto che, in futuro, dovrà essere ben più performante.

Hamilton difende Susie e Toto Wolff indagine FIA
Hamilton dice la sua sulla vicenda che ha fatto tremare la F1 (Ansa) – Bicizen.it

Sir Lewis non ha di certo risparmiato alcune bordate al team di Toto Wolff, affermando che lui stesso aveva già fatto capire come il concept zeropod non potesse essere valido. I tecnici però non l’hanno seguito, realizzando un’auto poco performante. Durante la stagione 2023, in particolare a Montecarlo, ha fatto il proprio esordio la versione B della F1 W14 che qualche passo in avanti lo ha messo in mostra.

Tuttavia, non c’è stato quel salto prestazionale che ci si poteva attendere tramite lo sviluppo, con Hamilton e la Mercedes che non hanno vinto neanche una gara. Per Per Lewis si è trattato del secondo anno di fila senza mai salire sul gradino più alto del podio mentre, per il team di Brackley, è stata la prima volta dal 2011. Inoltre, dopo la fine del campionato, è montato un mare di polemiche.

Hamilton, ecco la dura risposta alla FIA

Nel corso della settimana che sta andando a concludersi, la Formula 1 ha rischiato l’ennesimo scandalo ma ha anche fatto capire alla FIA chi comanda e detta le regole del gioco. La Federazione Internazionale avrebbe infatti indagato Toto Wolff per conflitto d’interessi, visto il ruolo della moglie Susie, che è managing director della F1 Academy, la categoria tutta al femminile che segue il Circus.

Tutte le squadre di F1 hanno deciso di schierarsi a favore di Toto e Susie, andando, di fatto, a smentire quanto riportato dalla FIA che ha poi ritirato l’inchiesta. Inevitabilmente la FIA è finita nell’occhio del ciclone ed anche Lewis Hamilton ha voluto dire la sua sulla vicenda, difendendo Susie Wolff con pesanti bordate alla FIA stessa.

Lewis Hamilton difende Susie Wolff
Lewis Hamilton non le ha mandate certo a dire (Ansa) – Bicizen.it

Ecco le sue parole: “Credo sia stata una settimana molto impegnativa, sono molto deluso da come l’organo di governo del nostro sport abbia messo in discussione l’integrità di una donna come Susie, una delle leader più incredibili che ci siano mai state. Lei è stata messa in discussione senza un minimo di prove, e poi hanno solamente chiesto scusa alla fine di questa faccenda. Per come la vedo io, è semplicemente inaccettabile.”

Una riflessione ampia e una difesa totale quella di Hamilton per i coniugi Wolff. A riguardo, il sette volte campione del mondo ha aggiunto: “C’è sempre grande impegno per rendere questo lo sport migliore in assoluto, ma poi ci sono alcuni elementi della FIA e nella sua leadership che ci fanno fare 10 passi indietro quando ne facciamo uno avanti. Dal mio punto di vista, questa situazione deve cambiare in futuro per il bene di tutti“.

Vicenda chiusa ? Lo vedremo. Per team e piloti, ora, è tempo di vacanze. Tra gennaio e febbraio prossimi, la presentazione delle nuove monoposto che gareggeranno nel Mondiale 2024.

Impostazioni privacy