Morgan, il mito torna in versione elettrica: sembra uscita da Star Trek, il peso è assurdo

La Morgan torna sul mercato in chiave moderna. Ecco perché nella nuova versione elettrica farà molto discutere.

Fondata nel 1910 nel Regno Unito, la Morgan è diventata presto famosa per un tipo di veicolo: l’auto a tre ruote. Dotata di un telaio con struttura tubolare dal costo contenuto, la Morgan originale montava un motore JAP derivato dalle moto e un innovativo sistema di sospensioni. Quando poi nel 1935 si verificò un crollo delle vendite, la compagnia fu costretta a convertirsi alle vetture “normali” con il giusto numero di ruote.

La Morgan torna sul mercato
La Morgan torna con una tre ruote elettrica (Morgan) – Bicizen.it

Adesso, per non essere da meno rispetto agli altri costruttori, la casa britannica che sta attraversando un motivo più facile da gestire economicamente, ha riproposto un suo vecchio modello, in versione elettrica. Ecco di quale si tratta e perchè ha colpito tanto i clienti.

La Morgan a batteria. Il ritorno lascia tutti stupiti

Prima è stato il turno della 4/4 – la versione a quattro ruote quindi – full electric, quindi è toccato alla tre ruote tornare in auge. Ad oggi, la si è potuta ammirare solamente in versione concept con il nome XP-1, ma dai vertici britannici hanno tenuto a precisare che ci sarà un seguito, ossia una produzione in serie.

La brutta notizia è che in teoria, non potrebbe più essere omologata, fatta eccezione che per gli Stati Uniti, dove ha ottenuto il via libera perché considerata una moto. Questo proprio a causa della sua peculiare disposizione degli pneumatici.  Il prossimo passo sarà dunque la messa in opera della Wheeler nelle vesti di microcar a batteria. Addirittura, il nuovo modello è stato annunciato quale precursore di tutte le prossime automobili sportive del brand.

Entrando nel dettaglio la XP-1 sarà una sorta di progetto in continuo sviluppo, in quanto l’obiettivo principale resta quello di ottenere l’omologazione. Esteticamente, ricorderà molto la Super 3, quindi mescolerà alcune caratteristiche tipiche delle due ruote, con quelle delle automobili. Le ruote saranno due davanti e una dietro e nella parte anteriore sarà altresì collocato il motore.

A questo proposito sono stati apportati dei ritocchi con l‘obiettivo di diminuire la resistenza aerodinamica del 33% e la trasmissione è stata sviluppata e realizzata in casa. Questo aspetto è molto importante, dato che storicamente per l’unità motrice si è sempre riferita ad altri. La stessa Super 3, attualmente sul mercato, è spinta da un tre cilindri 1,5 litri della Ford.

Stando a quanto riportato dalla rivista Autocar, l’innovativa auto sarà in grado di produrre fino a 134 cv, con il motore alloggiato nel tunnel della trasmissione. Sul fronte batteria è stata scelta quella classica e forse un po’ sorpassata agli ioni di litio da 33 kWh, in grado di cprire uno spazio di circa 241 km prima di doversi ricaricare.

Morgan XP-1, torna sul mercato
La Morgan lancia il prototipo elettrico XP-1 (Morgan) -Bicizen.it

Gli aspetti più negativi riguardano la stazza. Rispetto alla versione precedente ha acquisito 58 kg in più, arrivando a pesare 1.550 kg. Un’enormità per un triciclo, ma giustificati dalla presenza dell’accumulatore.

A primo impatto convince poco la critica, anche per via di una strumentazione poco pratica che sembra uscita da un film di fantascienza, Non è detto comunque che quando verrà prodotta in serie manterrà la stessa estetica. In merito al bistrattato cruscotto, da quanto si apprende, sarà in continua evoluzione grazie alla moderna interfaccia utente, la UI, per cui il pubblico potrà comunicare virtualmente in diretta con progettisti e ingegneri, il tutto a beneficio dei successivi progetti o degli aggiornamenti del software.

Impostazioni privacy