Tesla Cybertruck ha un grosso problema in Europa: l’imprevisto che potrebbe fermarlo

Elon Musk è pronto a fare scalpore, ancora una volta, con il lancio del suo primo pick-up. Si tratta di un bestione destinato a stravolgere il mercato

La Tesla è diventata la regina del mercato elettrico. Ha saputo coinvolgere il pubblico con progetti innovativi, diventando uno status symbol. L’operazione delle EV potrebbe essere paragonata al successo commerciale della Apple. Un pensare fuori dagli schemi in un settore già popolato da competitor storici che si stanno pian piano adeguando al mercato.

Tesla Cybertruck problema patente Europa
Ecco la nuova creatura di Elon Musk (Ansa) – Bicizen.it

Vi sono progressisti che si sono lasciati ammaliare dalle tecnologie delle vetture di Cupertino. In realtà i problemi legati alle auto elettriche Tesla sono svariati. Tutto, però, finisce dall’essere nascosto dall’impatto che ciascuna novità presentata da Musk ha sul mass market. Il lancio, ad esempio, del Cybertruck è diventato un vero e proprio tormentone.

La vettura a ruote alte si è aggiudicata il titolo di Concept Car of the Year nell’anno 2019. Il possente pick-up sembrava essere arrivato, direttamente, da un videogioco. Per testare l’infrangibilità dei vetri, il designer Franz von Holzhausen lanciò una palla in acciaio contro i vetri laterali del Cybertruck. Il colpo ebbe il suo effetto. Fallimento totale? Neanche per sogno, solo tanta pubblicità in più. Gli ampi pannelli in acciaio inox laminati a freddo con spessore di 3 mm avevano lasciato, comunque, tutti a bocca aperta.

Le sospensioni attive adatteranno il possente pick-up ad un certo tipo di carico. Un mezzo a prova a di proiettile (in teoria) con interni hi-tech in stile Tesla. Al centro della plancia c’è un ampio display da 17 pollici con cui si possono leggere tutte le informazioni necessarie. Il minimalismo fa da padrone l’intero abitacolo, caratterizzato da 6 posti su due file. Si possono persino connettere apparecchi elettrici con una tensione che va da 120 a 240 V.

Il problema in Europa della nuova Tesla

Il Cybertruck dovrebbe essere svelato in 3 diverse versioni: Single Motor RWD, Dual Motor AWD, Tri Motor AWD. La prima Single Motor RWD presenta una accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi, autonomia di oltre 400 km, trasmissione a motore singolo posteriore, vano di carico da quasi 3 m³, lunghezza del vano di 2 metri ed una capacità di traino di 3400 kg. Già questa prima versione base, condita dall’autopilot e le sospensioni pneumatiche adattive di serie, è risultata interessante. Le altre saranno ancora più potenti.

Tesla Cybertruck problema patente Europa
Per il Cybertruck di Tesla potrebbero esserci problemi in Europa (Ansa) – Bicizen.it

Dopo il terremoto a Cupertino circa le vendite, è arrivata un’altra notizia importante. Un top manager di Tesla ha confermato, come riportato su Everyeye.it, che sarà complicato vedere il Cybertruck in Europa per via delle regolamentazioni. In sostanza le caratteristiche del mezzo americano non potrebbero trovare spazio sulle strade dell’Unione Europea a causa delle regole vigenti. In alternativa si avrebbe bisogno di una costosa Patente C.

Musk avrà già considerato il suo mostro a ruote alte un affare, prettamente, americano o insisterà per rendere possibile l’esportazione anche nel Vecchio Continente? Lo scopriremo solo nei prossimi mesi. La lunghezza del Cybertruck è di 5.682 millimetri, la larghezza di 2.413 mm e l’altezza di 1.791 mm e, anche in termini di dimensioni, sarebbe inadatto in Europa. Intanto, circa l’hype, l’imprenditore sudafricano ha già ottenuto il suo obiettivo.

Impostazioni privacy