Bicicletta vietata dal Sindaco, gente pronta a scendere in piazza: Non si potrà più usare

E se vi togliessero la bicicletta? La gente pare pronta a scendere in piazza per la notizia che vi stiamo per raccontare. La legge è ormai decisa.

La bici è uno dei mezzi di locomozione più amati dalla gente, anche perché oltre a essere a costo zero, in quanto non prevede l’uso di carburante, non ha nemmeno impatto ambientale.

Bici vietata in città
Bici vietata, decisione forte del Sindaco (BiciZen.it)

La lotta eterna tra chi ama andare sulle due ruote e chi guida la macchina va avanti da quando l’uomo moderno ha memoria. Chi guida un’automobile trova le bici fastidiose, mentre chi sale in sella vorrebbe più spazio nelle città. Difficile trovare un punto di incontro o prendere una posizione, chiaro è però che il Governo in questo senso a volte è costretto a scelte anche piuttosto rigide.

E seppure la lotta per combattere l’inquinamento sembra essere prioritaria a volte anche le bici possono essere ostacolate da restrizioni e leggi piuttosto severe. Oggi torniamo a parlare di un argomento legato alla mobilità che colpisce il nostro paese.

Bicicletta vietata, la legge che non ti aspetti

La decisione presa dal Sindaco ha fatto molto discutere e ne sentiremo parlare ancora anche in futuro. Questo perché gli amanti delle bici non sembrano aver digerito questa nuova norma. Una legge che ha deciso di porre un limite a chi si muove esclusivamente sulle due ruote.

Vietata la bicicletta
Bici vietata, ecco dove (BiciZen.it)

Il Sindaco di Oristano ha deciso di vietare la bici nel centro storico, portando avanti quella che La Stampa ha chiamato “Guerra Silenziosa”. La scelta ha portato a una lunga protesta di chi non intende rinunciare a una mobilità sostenibile. La Giunta Comunale ha preso una decisione rigida, mentre qualche ciclista per dimostrare dissenso ha iniziato a circolare ripetutamente proprio nell’area pedonale dove è vietato, da Piazza Roma a Piazza Eleonora.

Il Sindaco Andrea Lutzu ha specificato: “Noi non siamo nemici dei ciclisti. In quella fetta del nostro centro gli spazi sono molto ridotti e la presenza delle biciclette sta diventando troppo pericolosa. Abbiamo già assistito a diversi incidenti. I ciclisti possono passare nelle strade vicine, oppure scendere dalla sella e portare il mezzo a mano”.

Non solo Oristano

La diatriba tra ciclisti e pedoni però non riguarda solo Oristano. Ci sono altre città che hanno varato leggi che limitano il movimento delle biciclette. Basti pensare che a Trieste il Consiglio comunale ha valutato la mozione della Lega che ha chiesto di bloccare l’ingresso delle due ruote nelle strade pedonali.

Impostazioni privacy