Nigeria, un ragazzo corre 103 km in bici con un pallone in testa | Le immagini sono impressionanti

Parliamo ora di un record piuttosto singolare che viene dalla Nigeria. Un ragazzo ha corso 103 km in bici con un pallone in testa e le immagini sono diventate virali.

La storia è davvero incredibile e lascia tutti senza parole, un’impresa che ha fatto il giro del mondo anche se alla fine è rimasta fine a se stesso. Ma andiamo a raccontare quanto accaduto a questo incredibile atleta di strada.

Il grande record del ragazzo nigeriano
Il ragazzo nigeriano dei record (Screen Youtube) bicizen.it

Lui si chiama Harrison Chinedu e di professione fa il calciatore, ma non ha mai negato di amare le sfide. Lo abbiamo visto entrare nel Guinness World Record per quanto fatto in Nigeria tra le strade piene di macchine di Lagos.

Il ragazzo già in passato aveva fatto imprese simili a questa, infatti aveva percorso 48 chilometri a piedi sempre tenendo un pallone sulla testa, così è riuscito a tenerlo per 6 ore e 15 minuti in equilibrio. Questo ha dimostrato il grande equilibrio del ragazzo in grado di compiere delle imprese che per altre persone sarebbero praticamente impossibili. Dopo l’impresa in bici, accolto dalla folla che lo seguiva in macchina, il ragazzo ha dichiarato: “Sono molto contento del risultato, ora aspetto solo che mi confermino il record mondiale”. E il record è arrivato.

La storia di Harrison Chinedu

Harrison Chinedu è un idolo nel suo paese anche se c’è da dire che non gioca nel calcio professionistico. Nonostante questo ha strabiliato con record incredibili come questo. Ma avete capito cosa vuol dire andare per 103 km in bici con un pallone sulla testa in equilibrio? Pedalare e non far cadere mai la palla è qualcosa di veramente incredibile, un gesto tecnico che prevede grandissima intelligenza e anche agilità.

Record in bici nigeria
Nigeria, il record incredibile (Screen Youtube) bicizen.it

E sicuramente Harrison ha fatto qualcosa di incredibile anche nella preparazione di questa impresa, dove non solo serviva preparazione atletica per percorrere più di 100 km sulle due ruote ma anche applicazione. Tenere a lungo il pallone in equilibrio sulla testa è qualcosa di straordinario e incredibile. Difficile pensare che qualcuno riuscirà a superare questo record o che possa anche solo avvicinarsi.

E chissà che Harrison non sarà in grado di meritarsi un salto di qualità ulteriore magari chiamato da qualcuno che sogna di metterlo sotto contratto sotto diversi punti di vista. Per ora non sappiamo dal record cosa sia accaduto e se il ragazzo abbia continuato a stupire, di certo presto sentiremo ancora una volta parlare di lui.

Impostazioni privacy