Genova all’avanguardia, la città ligure è la prima in Italia

Genova è una città molto particolare, che spesso ha regalato delle sorprese al nostro paese. La città ligure, in questa specifica, è la prima in Italia ad aver raggiunto questo risultato.

Si tratta di un primato di cui andare molto fieri e che può sposarsi al meglio con l’ambiente dando una speranza al futuro del nostro paese. Ma di cosa stiamo parlando?

Cosa è successo a Genova
Genova, primato assoluto (Bicizen.it)

Facciamo un attimo un passo indietro. Genova è un comune italiano che supera i 560mila abitanti e sorge a 18 metri sul livello del mare con una superficie di appena 240 chilometri quadrati. Di questa città conosciamo tutti le particolarità che la pongono nel giro di pochi chilometri tra lo splendido Mar Ligure e numerose catene montuose. Una terra straordinaria che negli ultimi anni ha dovuto affrontare anche qualche difficoltà di troppo.

Le alluvioni hanno spesso rappresentato momenti drammatici negli ultimi anni, mentre nel 2018 purtroppo abbiamo dovuto raccontare una tragedia con il crollo del Ponte Morandi. Nonostante questo però la città ha sempre dimostrato grande forza, così come la sua gente, tirandosi su e cercando di migliorarsi. La notizia di oggi rappresenta un unicum che ci tenevamo a raccontarvi e che sicuramente da lustro a un centro amatissimo nel nostro paese.

Genova, ecco la scelta all’avanguardia

Genova si è proposta per una scelta intelligente che farà piacere a tantissimi dei suoi cittadini e che sicuramente da lustro alla città in generale. Si tratta di un modo per incentivare lo sport, favorire l’ambiente e perché no permettere anche il divertimento.

Sono state installate sei nuove velostazioni con posti gratuiti per ben 240 biciclette. L’idea è quella di permettere alle persone di recarsi in stazione per lasciare la bici e proseguire in treno, in modo da evitare le emissioni delle autovetture. I punti sono strategici infatti si trovano in Piazza Dante, alla Darsena e nei pressi delle stazioni di Brignole, Bolzaneto, Cornigliano e Prà. Una scelta intelligente che permetterà al nostro paese di prendere ispirazione per altri centri.

Genova, ecco cosa sappiamo
Bici, cosa succede a Genova? (Bicizen.it)

A realizzare tutto è stato direttamente il Comune di Genova per i ciclisti alla ricerca di un posto sicuro quando lasciano la due ruote prima di partire per andare a lavorare o in qualsiasi altro luogo. Speriamo che presto qualche altro Comune segua questo percorso per cercare di rendere il viaggio più facile alle persone e migliorando sicuramente la sicurezza per un mezzo che purtroppo viene sempre più rubato.

Impostazioni privacy