Natale non è solo pranzi e cenoni, l’impresa di Omar Di Felice fa drizzare i capelli

Omar Di Felice sta compiendo una vera e propria impresa a dimostrazione che il Natale non è solo pranzi e cenoni. Questi ha preso la scelta di fare qualcosa di veramente incredibile.

A leggere quanto compiuto da quest’uomo viene la pelle d’oca e si drizzano i capelli, sembra impossibile eppure ha dimostrato di saperci decisamente fare.

Cosa ha fatto a Natale?
Impresa di Natale (bicizen.it)

Omar è nato a Roma nel 1981 e ha scelto di dedicarsi al ciclismo dopo essere rimasto impressionato dalla bravura e incredibile perseveranza in sella di Marco Pantani. È il 1994 e il giovane Omar ha appena 13 anni, dimostrando subito di essere un ragazzo determinato, riuscendo a trasformare piano piano questa sua passione in una vera e propria professione.

Su Instagram racconta le sue grandissime imprese e conta oltre 76mila follower. Si definisce extreme pro cyclist, polar explorer e planet lover. Col suo ciclismo estremo è riuscito a farsi notare e ha anche girato tutto il mondo dimostrandosi un grandissimo innamorato della natura. In passato ha compiuto tutta l’attraversata degli Stati Uniti e tanti altri straordinari percorsi in grado di conquistare il pubblico. Ma andiamo a vedere cosa ha combinato ora che è arrivato il Natale.

Omar Di Felice e la sua impresa

Omar Di Felice è una personalità molto amata nel mondo del ciclismo. Questo col tempo gli ha fatto dimostrare di avere voglia di compiere imprese su imprese. Non si è mai nascosto di fronte al suo amore per la pedalata sul ghiaccio oltre al sogno di attraversare l’Antartide a temperature incredibilmente basse.

Impresa a Natale
Impresa a Natale (Instagram @omardifelice) Bicizen.it

Il Natale l’ha festeggiato a -20°, postando sui social network una foto mentre mangia un mini panettone in una tenda nel deserto di ghiaccio. Sta provando l’attraversata dell’Antartide dimostrando di avere personalità e grande voglia di raggiungere i suoi obiettivi. Ora è arrivato al 38esimo giorno dell’impresa che fino a questo momento non è mai riuscita a nessuno. Se la porterà a termine il personaggio in questione entrerà nel libro dei Guinnes dei Primati e siamo con lui convinti che ce la farà.

La sua perseveranza lo sta portando a percorrere ben 1100 km tra la costa antartica a sud del Cile e la base internazionale al Polo Sud. Nonostante oggi sia estate ci troviamo di fronte a un posto dove le temperature sono veramente di impatto negativo. Sarà importante per lui continuare a raccontare le sue imprese col pubblico che lo segue con grande affetto.

Impostazioni privacy