Incentivi Auto, si muove il governo: cosa ha deciso il ministro Urso

Incentivi per l’acquisto di nuovi modelli di auto: il Governo si muove, prevista una prima riunione. Quali saranno i piani del Ministero delle Imprese e del Made in Italy

Il 2023 si è chiuso con 1.566.448 di veicoli nuovi immatricolati, un dato significativo, con un aumento del 19% rispetto al 2022. All’incirca 250mila auto in più vendute rispetto all’anno precedente ma i dati sono ancora in ribasso nell’ultimo anno pre pandemia, il 2019, quando furono immatricolate ben 350mila vetture in più.

Ministro Urso incentivi
Il Ministro Adolfo Urso ha deciso! (Ansa) – Bicizen.it

L’obiettivo è tornare a quei numeri, quando il mercato dell’auto viaggiava a vele spiegate nel nostro Paese. Un po’ l’inflazione che ha causato aumenti a dismisura in tutti gli ambiti, anche quello dell’automotive, ha di fatto frenato questo settore.

Ecco perché dal Governo, negli anni precedenti, un ruolo fondamentale l’hanno avuto proprio gli incentivi. Destinati a tutti coloro avessero intenzione di acquistare un nuovo modello, sia esso alimentato a benzina, ibrido oppure elettrico, hanno cambiato tutto. Molto utili, soprattutto per chi volesse puntare sui veicoli a zero emissioni. Ed ora, per il 2024, ritorna nuovamente in auge la questione degli incentivi sull’acquisto di nuovi veicoli. Quali saranno le decisioni dell’Esecutivo?

Incentivi statali: previsto un incontro al Ministero

Un incontro plenario del tavolo Automotive è stato convocato dal ministero delle Imprese e del Made in Italy e si terrà il prossimo primo febbraio al cospetto del titolare del Dicastero, Adolfo Urso nella sede del Mimit a Palazzo Piacentini.

incentivi Auto
Una concessionaria di auto nuove: riunione al Ministero per i nuovi incentivi (Ansa Foto) – Bicizen

Saranno presenti, ovviamente, i rappresentanti delle imprese del settore ma anche le organizzazioni della filiera. In quel contesto sarà presentato il Piano degli incentivi per questo settore che sarà attivato prossimamente. Lo svecchiamento del parco auto sarà la base principale di questo nuovo piano, con un sostegno a chi ha i redditi più bassi ma anche il rilancio della produzione in Italia dei veicoli. Previsti anche incentivi per gli Ncc ed i Taxi, addirittura raddoppiati rispetto al passato e prenderà il via anche il leasing sociale in una forma sperimentale.

Il Governo si muove, quindi, e presto vi saranno novità per tutti gli automobilisti e per il settore dell’automotive. Intanto diversi marchi si stanno già muovendo in modo autonomo, dando la possibilità ai possibili acquirenti di sfruttare promozioni e bonus. E Stellantis ha già calendarizzato ben cinque riunioni tra il 22 ed il 24 gennaio 2024 tra i gruppi di lavoro dedicati a mercato, componentistica, competitività, rcerca e sviluppo e lavoro.

Impostazioni privacy