Accoltellato per un motivo assudo: è successo in Italia | Corsa all’ospedale

La storia che stiamo per raccontarvi è decisamente assurda e riguarda il nostro paese. Un uomo è stato accoltellato per un motivo che nessuno si potrebbe mai aspettare e questa situazione fa riflettere.

Al momento la vittima è ricoverata in ospedale dopo una corsa disperata e attimi di terrore. Le forze dell’ordine stanno lavorando su un caso che non ha davvero senso.

Aggredito per motivo incredibile
Aggressione assurda (Bicizen.it)

Un giorno come un altro un uomo di 31 anni era uscito in bicicletta per fare un giro, non si sarebbe mai aspettato di ricevere una coltellata proprio per portargli via le due ruote. Il crimine è avvenuto a Palermo, precisamente nella borgata di Partanna Mondello in via Alate come racconta Ansa. Il giovane sarebbe stato aggredito da una banda di ragazzini che lo avrebbero colpito al petto.

Al momento le forze dell’ordine stanno ancora lavorando per cercare di ricostruire le dinamiche precise anche se avrebbero già identificato gli aggressori. Il ferito è stato trasportato d’urgenza a Villa Sofia. Per fortuna però le sue condizioni non sono gravi e non è in pericolo di vita anche se un episodio del genere farà grande fatica a dimenticarlo.

Cosa succede ai nostri giovani?

Sarebbe sbagliato, per questo episodio, condannare tutti i giovani perché sono tantissimi quelli con la testa a posto che studiano o lavorano. Nonostante questo un evento così drammatico non ci può portare a non riflettere sulla gioventù d’oggi e sui motivi di quanto accaduto al 31enne di Palermo.

Aggredito per la bici
Bici aggressione (Bicizen.it)

Continuano i crimini da parte di ragazzi sempre più giovani, spesso in età adolescenziale e scolare, che ci portano a parlare di fatti molto spiacevoli e inaccettabili. Il primo passo si dovrebbe fare nella sensibilizzazione di questi ragazzi, cercando magari di toglierli dalla strada quando si trovano in contesti complicati per portarli a occupare il tempo in modo proficuo. L’educazione e l’attenzione nei confronti dei ragazzi più difficili è sicuramente molto importante sotto ogni punto di vista. Si tratta di un passo da compiere non solo per il bene della comunità ma anche dei giovani stessi.

Purtroppo non è facile trovare una soluzione, anche se diventerà sempre più importante dare strumenti a genitori e professori per spiegare ai ragazzi quali sono i limiti che devono percorrere nella loro crescita. Questa storia potrebbe concludersi col lieto fine e cioè col ritorno alla normalità del 31enne aggredito, molto spesso però racconti del genere sono terminati in tragedia e non vogliamo che queste cose si possano ripetere.

Impostazioni privacy