Ciclismo, chi è il corridore che guadagna di più? Stipendi diversi rispetto al calcio, ma…

Sapete chi è il corridore del ciclismo moderno che guadagna di più? Gli stipendi sono diversi rispetto a quelli del calcio, ma poi nemmeno troppo rispetto a quello che uno potrebbe pensare.

Nonostante le due ruote si riferiscano a un pubblico decisamente più di nicchia, rispetto a sport come tennis e calcio, c’è un folto pubblico che le segue e un business importante che ruota dietro.

Ciclismo, chi è il più pagato di tutti?
Chi è il più pagato nel ciclismo? (ANSA) Bicizen.it

In tutte le classifiche che troviamo in rete scopriamo, cosa ovvia, che il calcio è lo sport più seguito dagli italiani con subito dietro il tennis. Quello che stupisce però è che sopra Moto Gp e Formula 1 ci siano Rugby e Basket. Il ciclismo non si trova dunque nella top five di ciò che guardano nel nostro paese.

Nonostante questo lo sport è in forte ascesa anche considerando che nella classifica, invece, degli sport più praticati il ciclismo è al terzo posto subito dietro a calcio e nuoto ma davanti a tennis, sci, pallavolo, basket, atletica e rugby. Nei prossimi anni le due ruote, anche grazie all’esplosione dell’elettrico, potrebbero riguadagnare terreno anche in questo campo con i colpi di scena che non sono assolutamente da escludere. Ma andiamo ora a leggere quanto guadagnano i ciclisti più famosi.

Quanto guadagnano i ciclisti?

Non molto tempo fa Dazn si soffermò su un’analisi dei ciclisti che guadagnano di più e ne uscirono dei numeri davvero molto interessanti. Il ciclista più pagato al mondo è Tadej Pogacar, sloveno che vedremo anche al Giro d’Italia quest’anno. Questi ha un accordo con la UAE Emirates da 6 milioni di euro a stagione fino al 2027. Si tratta di una cifra importante, ma niente considerando per esempio che Kylian Mbappe al Paris Saint German prende circa 70 milioni a stagione.

Bici chi è il più pagato?
Tadej Pogacar è il ciclista più pagato al mondo (ANSA) Bicizen.it

Interessante è anche lo stipendio che si assicura Primoz Roglic, vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, che si è trasferito alla Bora-hansgrohe dalla Jumbo-Visma. Questi percepisce 5.5 milioni di euro e ha firmato un contratto per due stagioni. Stessa cifra la guadagna per Israel Premiertech il ciclista Chris Froome. Interessanti sono anche gli stipendi rilasciati da INEOS Grenadiers che versa a Geraint Thomas 3.5 milioni annui e a Egan Bernal 3. 

E pensare che uno dei più forti ciclisti del momento, Remco Evenepol, alla Soudal-Quick Step guadagna 2.5 milioni di euro considerando che è la stessa cifra che prende Moise Kean alla Juventus attaccante considerato ormai la quinta scelta per un reparto di due giocatori da Massimiliano Allegri.

Questi numeri fanno capire come comunque il ciclismo sia in crescita anche dal punto di vista economico, seppur ancora distante da sport come il calcio o il tennis.

Impostazioni privacy