Auto elettrica, assurdo ma vero: farà spendere meno anche quelli che non ce l’hanno

Al giorno d’oggi, l’auto elettrica fa ancora fatica a farsi accettare, ma ora qualcosa si sta muovendo. Ecco la grande novità.

Siamo entrati nel 2024, l’anno che, secondo il parere degli esperti, vedrà una grande diffusione dell’auto elettrica. In realtà, anche il 2023 avrebbe dovuto portare a grandi miglioramenti per l’industria delle emissioni zero, ma le cose non sono andate proprio così. L’Italia, ad esempio, di passi in avanti non ne ha fatti registrare molti, con la quota di mercato che è salita al 4,2%, aumentando la vendita delle EV di appena mezzo punto percentuale rispetto all’annata precedente.

Auto elettrica risparmio
Ricarichi e risparmi denaro! (Canva) – Bicizen.it

Ovviamente, si tratta di un tasso di crescita troppo basso per sperare di poter dar battaglia alle vetture termiche in poco tempo ed anche in Germania le cose non vanno meglio. La Francia al contrario è tra i paesi europei in cui l’auto elettrica fa registrare i migliori progressi, assieme ovviamente a quelli del Nord Europa che da sempre sono in netto vantaggio sugli altri.

Tuttavia, secondo alcuni economisti, una diffusione dei veicoli ad emissioni zero porterebbe a grandi vantaggi per quello che riguarda tutto il settore che è legato all’utilizzo di elettricità, anche fuori dal campo automobilistica. Andiamo a vedere quelli che sono i vantaggi che ci verrebbero garantiti da una maggiori diffusione di EV, che per il momento pare essere ancora troppo lontana.

Auto elettrica, ecco il clamoroso annuncio

Sul mondo dell’auto elettrica, essendo comunque ancora una novità, vengono effettuati tanti studi, soprattutto a lungo termine. Partendo dal fatto che al giorno d’oggi la loro crescita non sta andando come sperato, ci sono comunque buoni motivi per essere ottimisti. A dircelo è uno studio condotto dal Consiglio Americano per un’Economia Energeticamente Efficiente, che ha dato dei risultati davvero sorprendenti.

Auto elettriche crescita
Una Tesla in vendita. Le automobili elettriche cresceranno ancora? (Ansa) – Bicizen.it

Infatti, secondo questa ricerca, una maggiore diffusione dell’auto elettrica favorirà un migliore uso delle infrastrutture legate ad essa ed un costo dell’elettricità minore, dato che i costi di produzione di quest’ultima saranno più bassi. Anche i costruttori di automobili, grazie ai kilowattore che costeranno meno, potranno pensare di produrre mezzi a costi più vantaggiosi, cosa che ovviamente si andrà a riflettere su prezzi di vendita più contenuti. In sostanza, è una vera e propria reazione a catena, che migliorerà l’esperienza e la vita di tutti.

Lo studio che vi abbiamo descritto è stato pubblicato, nell’aprile del 2023, da Synapse Energy Economics, che ha indagato sugli investimenti in infrastrutture di ricarica per i camion elettrici e l’impatto che l’elettrificazione dei camion ha portato sulle tariffe delle più grandi aziende di trasporti dello Stato di New York. Da quello che è emerso, gli investimenti delle aziende hanno condotto a ricavi maggiori, in una sorta di circolo virtuoso, che ha poi portato alla riduzione delle tariffe.

In seguito, è stato effettuato un altro studio, questa volta dal Lawrence Berkeley National Laboratory, che è andato a confermare questa teoria. In sostanza, per farla breve, una maggiore diffusione dell’auto elettrica porterà tanti costi relativi a queste vetture ad abbassarsi, in quello che sarà una sorta di effetto domino, ed anche l’elettricità avrà un costo ridotto. Vedremo quanto ci vorrà prima che accada.

Impostazioni privacy