Liris in bicicletta dalla sorgente al mare, non potete assolutamente perderlo

Amanti delle due ruote oggi vi parliamo di un’iniziativa che non potete assolutamente perdere. Si chiama Liris In bicicletta dalla sorgente al mare. Andiamo a scoprire qualcosa di più.

Si tratta di una splendida iniziativa che comprende 12 itinerari che vanno a comporre 4 tour cicloturistici della durata ognuno di questi di 3 giorni.

Bicicletta natura
Liris, percorso straordinario (Bicizen.it)

L’idea nasce dal Leone Team di Isola del Liri come ci racconta Quiciclosturismo.it. Tutto si concretizza in giornate in bici attraverso degli splendidi itinerari che ci aiutano anche a conoscere splendidi posti dell’Italia che sottovalutiamo. Ci troviamo ovviamente nell’Isola del Liri in provincia di Frosinone nel Lazio nel centro del nostro paese.

Il comune conta quasi 11mila abitanti e sorge a 217 metri sul livello del mare, estendendosi per 16 chilometri quadrati. La densità invece è di quasi 670 abitanti per chilometro quadrato. Il Sindaco dal 2019 è Massimiliano Quadrini per la Lista Civica. Straordinaria è anche la morfologia di questa città che si sviluppa su un’isola formata appunto dal fiume che le da il nome: il Liri. Ma ora torniamo a parlare di ciclismo e di questo straordinario evento adatto a tutti gli amanti delle due ruote.

Liris, solo per gli amanti delle bici?

Liris in bicicletta dalla sorgente al mare è un’iniziativa che ovviamente nasce per attrarre il pubblico di chi ama le due ruote, ma diventa anche un qualcosa di prezioso per chi vuole semplicemente vivere alcuni giorni di relax e vacanza.

Bici, il percorso straordinario
Cosa fare in bici? (Bicizen.it)

La forma è davvero molto interessante con tour disponibili in formula “all inclusive” che di fatto prevede la presenza di un accompagnatore in bici, una guida autorizzata, vitto, alloggio oltre che particolari molto interessanti come assistenza tecnica e organizzazione delle attività. 

Di base dunque ci sarà tutto quello che serve per vivere in libertà un percorso straordinario e per essere tutelati in tutti i problemi che si possono vivere. I percorsi si muovono interamente su asfalto ma non tralasciano la bellezza di ciò che circonda. Vanno da una lunghezza di 50 a 70 chilometri con un dislivello quasi sempre tra 500 e 700 metri.

Il consiglio degli organizzatori è quello di una bici leggera e comoda che sia solitamente utilizzata per la corsa o una gravel. Ovviamente va benissimo anche l’utilizzo di una bici elettrica. Ricordiamo che non ci sono limiti né di età né di strumentazione in quanto si tratta di un itinerario e non di una gara o di una competizione a squadre.

Impostazioni privacy