Bici Gratis, non pagano: arriva l’informazione ufficiale

Arriva una notizia decisamente positiva per chi possiede una bici. Sarà gratis e non pagheranno, tutte le informazioni ufficiali sono arrivate proprio in queste ore.

Sono ormai moltissime le agevolazioni legate al mondo della bicicletta, che di fatto ci permettono di trovarci di fronte a una serie di riflessioni molto interessanti.

Bici gratis, di cosa parliamo?
Bici gratis, la grande novità (Bicizen.it)

Un nuovo servizio annunciato alla fine del 2023 e che porta a una conferma, ma con il leggero slittamento dei tempi. Una situazione differente da quella che ci aspettavamo, ma che non può che far felici i ciclisti per la conferma che è stata data in via ufficiale nelle ultime ore.

L’evento dimostra come lo Stato abbia capito anche l’importanza delle biciclette, permettendoci di riflettere in merito. Questo perché le biciclette sono di fatto un mezzo fondamentale per spostarci sia perché fa bene alla salute muoversi che per il fatto che ci troviamo di fronte a un mezzo ecosostenibile che non inquina e che non ci porta a spendere soldi per il carburante. Dunque un mezzo del tutto fondamentale per chi ama muoversi e vuole risparmiare anche qualcosa. Ma andiamo a vedere la novità.

Novità, sarà gratis per le bici

La grande novità è legata alle biciclette come spiega in una nota ufficiale Trenord. Doveva scattare tutto dal 1° febbraio ma la data al momento è slittata e serviranno ancora un paio di mesi per arrivare a questo servizio.

Bicicletta gratuita
Bici gratis, cosa cambia? (Bicizen.it)

Sarà gratis per la bicicletta muoversi sui treni Trenord. Il nuovo contratto specifica che: Questa disposizione entrerà in vigore col passaggio alle Condizioni Generali di Trasporto aggiornate seguendo le nuove disposizioni contrattuali. Il Contratto prevede che Trenord, entro gennaio 2024, trasmetterà a Regione Lombardia la proposta di aggiornamento. E tutto diventerà effettivo dopo l’approvazione dell’ente regionale”.

Si tratta di una novità che farà di sicuro molto piacere a quei pendolari che per arrivare al treno utilizzano la bici e che ora avranno la possibilità di portarla con loro anche a destinazione per raggiungere la sede di lavoro o il luogo di destinazione.

Dovremo dunque aspettare ancora un po’, ma la legge è stata confermata e questa agevolazione coinvolgerà tantissimi italiani che ogni giorno utilizzano il mezzo per spostarsi nelle loro città e per andare a lavoro. Una mossa che dimostra come lo Stato sia molto attento a queste disposizioni e pronto ad analizzare ogni possibilità che ne consegue.

Impostazioni privacy