La cultura in bicicletta, l’evento a cui non puoi mancare: ecco perché

La cultura in bicicletta è un evento di cui sentiamo parlare da tempo e che prenderà vita in questo mese di febbraio. Ecco perché non ci si può mancare e si deve seguire con attenzione.

La bicicletta è ormai al centro di tantissimi ragionamenti legati alla mobilità nel nostro paese, ma non è solo questo. Perché è anche sport, salute e un modo per trovare un diversivo alle difficoltà della vita.

L'evento da seguire sulle bici
Evento a cui non puoi mancare (Bicizen.it)

L’evento andrà in scena a Roma con la collaborazione tra il Liceo Farnesina e l’Università di Roma Foro Italico. Saranno quattro gli incontri che si terranno nell’aula rossa del Polo Natatorio del Foro Italico che si trova in via Leopoldo Franchetti e si svolgerà tutti i martedì di questo mese tra le 14.30 e le 19.30.

Tra i protagonisti assoluti troviamo Mario Bellucci che è docente, relatore e moderatore dello stesso evento. Come riportato da TuttoBiciWeb proprio questo ha specificato: “Il significato dell’iniziativa è far comprendere che la cultura non conosce dei limiti e che la bicicletta rappresenta uno strumento davvero straordinario e privilegiato che ci permetta di viaggiare in un mondo interiore e anche in quello circostante“. Ma andiamo ad approfondire ciò di cui stiamo parlando.

La cultura in bicicletta, tutto sull’evento

La cultura in bicicletta porterà al suo centro diversi personaggi molto importanti di questo mondo con tutto che è partito ieri 7 febbraio. Tra i relatori troviamo i giornalisti Marco Bonarrigo, Valerio Piccioni e Maurizio Ruggeri inoltre troveremo docenti come Walter Bernardi, Angela Teja e autori come Antonella Stelitano.

Ieri è stata giornata di introduzione con la presenza di Mario Bellucci, Massimo Sacchetti, Pietrina Pellegrini. Si è parlato anche di bicletta e salute oltre che di scienze motorie più in generale.

Ecco cosa fare sulle bici
Bici, evento da seguire (Bicizen.it)

Il 15 febbraio sarà il momento di seguire con Walter Bernardi il seminario “La filosofia va in bicicletta” e Simone Folchi parlerà di “Religione e bicicletta”.

Il 21 febbraio invece sarà il momento di metter altre materie interdisciplinari al centro di questo racconto con come materie prese in esame e rapportate alla due ruote fisica, musica, inglese e cinema.

Si chiude il 28 febbraio con splendidi scenari come quello di Caterina Pesce che porterà sul palco Il viaggio espande la mente: la creatività va in bicicletta?”. Maurizio Ruggeri invece si occuperà dello sport al centro del racconto del ciclismo.

Saranno giorni di riflessioni di apprendimento e che ci indirizzeranno verso un argomento che per noi è davvero molto interessante e importante.

Impostazioni privacy