Sei stato vittima di una frattura? Ecco cosa fare per tornare in bicicletta

Se sei stato vittima di una frattura sicuramente avrai paura di tornare in bicicletta. Andiamo a vedere cosa fare per riuscire a recuperare a pieno regime.

A prescindere se il trauma sia stato accusato per una caduta dalla nostra due ruote o durante la quotidianità sicuramente sarà complicato tornare in sella. Ma se seguite questi passi riuscirete sicuramente a farlo.

bici e fratture
Frattura, come tornare in sella (Bicizen.it)

La rottura di un qualsiasi osso ci porterà a dover fare una lunga riabilitazione. Questo perché ovviamente sarà necessaria un’ingessatura e durante il periodo di stop perderemo tonicità muscolare e saremo costretti a lavorare per riacquistarla. Ovviamente va considerato anche di che tipo di infortunio si tratta per studiare un percorso di recupero rapido.

Non dobbiamo pensare che solo le fratture negli arti inferiori interessino questo tipo di sport, perché in realtà sono numerose le parti del nostro corpo, se non tutte, che sono stimolate durante la pedalata.

Proprio per questo motivo non dobbiamo sottovalutare nessun tipo di problema, nemmeno l’eventuale frattura di un dito della mano o di una costola. Ma andiamo a vedere cosa consigliano di fare gli esperti per tornare in bici dopo una frattura.

Frattura, cosa fare per tornare in bici?

Dopo una frattura si può tornare in bici? Sicuramente sono diverse le cose che vanno analizzate e non è questa una domanda a cui è facile rispondere.

Il primo caso che va analizzato è legato all’eventuale intervento chirurgico. È chiaro che una frattura che ha portato la vittima della stessa in sala operatoria avrà bisogno di tempi di recupero più ampi soprattutto per il fatto che dovrà guarire anche la ferita che si trova sulla nostra epidermide. Anche se allo stesso tempo sarà più facile la guarigione dell’osso.

Frattura, cosa fare?
Ecco cosa fare dopo una frattura per tornare in bici? (Bicizen.it)

In alcuni casi questo tipo di infortuni possono portare a difetti di consolidazione o perdite della sostanza ossea. Questo può portare a delle dismetrie da impedire il ritorno all’attività sportiva a causa di problemi posturali che vanno a condizionare la pedalata rendendola dolorosa e a volte molto complicata.

Va considerata poi, come sottolineato in precedenza, l’atrofia e cioè la diminuzione progressiva della massa muscolare dovuta alla stimolazione ridotta. La perdita di forza però si può recuperare dopo aver tolto il gesso con una precisa attività di fisioterapia.

Sono diversi i metodi che ci possono aiutare a recuperare più rapidamente come per esempio l’elettrostimolazione e la massoterapia con interventi mirati ai muscoli che dobbiamo veder recuperare dal punto di vista del tono.

Impostazioni privacy