Caso Horner, il nuovo retroscena di Helmut Marko: tifosi Red Bull in ansia

Christian Horner è ancora nel bel mezzo delle polemiche in casa Red Bull, anche se la situazione pare sbloccarsi. Ora parla Helmut Marko.

Anche la Red Bull ha presentato la sua nuova monoposto, vale a dire la RB20 con la quale andrà alla difesa dei titoli mondiali vinti in queste stagioni. All’unveiling ufficiale era presente anche Christian Horner, vale a dire il team principal della squadra campione del mondo. La conferma della sua presenza è arrivata poche ore prima di giovedì mattina, con un comunicato ufficiale che ha fatto sapere che, assieme ai piloti Max Verstappen e Sergio Perez, ci sarebbe stato anche il manager britannico.

Horner parla Marko
Horner al muretto della Red Bull (ANSA) – Bicizen.it

Ovviamente, questo vuol dire tutto e non vuol dir niente, dal momento che l’indagine della Red Bull è ancora in corso, ma dal nostro punto di vista, può essere inquadrata come una notizia positiva sul conto di Horner. Infatti, è probabile che si arrivi ad una soluzione interna del problema, senza dover per forza di cose coinvolgere la stampa e tutto ciò che è fuori dai confini aziendali. Chris, oltre ad essere il team principal, è anche il CEO del team di F1, come Toto Wolff per la Mercedes, ed è chiaro che decidere di allontanarlo non è una decisione facile.

Inoltre, si tratta di uno dei team principal più vincenti della storia di questo sport, che con la Red Bull ha fatto qualcosa di unico. Non ci sono altri casi di squadre che hanno avuto un solo team principal per così tanto tempo, dal momento che il britannico mantiene quel ruolo da ormai quasi vent’anni, ed è per questo che la scelta di mandarlo via, se proprio dovesse essere presa, non potrà essere una scelta da prendere così alla leggera.

Horner, ecco cosa ha detto Helmut Marko

Nel corso di queste settimane, si sono sentite tante voci su quello che è il caso di Christian Horner, e ce n’è una che ha fatto riflettere tutti. In base a varie indiscrezioni, sarebbe stato Helmut Marko ad orchestrare il tutto, a seguito di una guerra di potere scoppiata dopo la morte di Dietrich Mateschitz, che ormai risale al lontano ottobre del 2022. Lo stesso ex pilota austriaco, parlando ai microfoni di “OE24“, ha voluto dire la sua.

Red Bull ecco la situazione
Red Bull con Max Verstappen ai box (ANSA) – Bicizen.it

Ecco le sue parole: “Se incontrerò Horner? Non posso dire né questo né altro al momento attuale, finché l’indagine andrà avanti e non ci saranno risultati sicuri, non potrò dire nulla. Questo è un processo in corso, ma spero che tutte queste turbolenze possano finire presto, per superare tutto in fretta. Per fortuna, la nostra macchina è ormai pronta e siamo ben preparati“.

Dunque, non ci resta che attendere eventuali comunicazioni da parte della Red Bull, e vedremo se Horner sarà presente o meno ai test del Bahrain, che scatteranno mercoledì prossimo. In quel caso, non ci saranno dubbi sul fatto che sarà stato confermato al timone della squadra, anche senza alcuna comunicazione ufficiale sulla sua indagine.

Impostazioni privacy