Arriva la nuova legge: hai la macchina sporca? Rischi la multa

Vi siete mai immaginati di ricevere una multa per avere la macchina sporca? Sembra assurdo eppure è così, arriva la nuova legge.

La situazione è paradossale e lascia tutti senza parole, ma di cosa stiamo parlando? Andiamo ad approfondire questo discorso molto particolare e alquanto incredibile.

Macchina e multa
Multa per la macchina sporca (Bicizen.it)

Non tutti sono attenti all’igiene della propria macchina. Girando per le strade ci rendiamo conto che molte autovetture sono in condizioni al limite dell’accettabile, con tanti che considerano lavare la macchina uno spreco di soldi. Altri magari non lo fanno perché non hanno tempo e la considerano cosa di secondaria importanza.

C’è invece chi tratta la propria macchina come un “oracolo”, lavandola regolarmente e tenendo molto a quella che è l’apparenza. Particolari che alla fine non hanno mai suscitato molto interesse se non qualche simpatica scritta sullo sporco dei vetri di autovetture messe male, con la richiesta singolare di lavare l’auto.

Oggi però la mano potrebbe essere molto più pesante su questi aspetti. Infatti chi non lava la macchina regolarmente potrebbe andare incontro a una multa. È arrivata una legge, andiamo ad approfondirla da vicino.

Multa per chi non pulisce la macchina

Sai che se non pulisci la tua macchina potresti ricevere una multa? Lo dice una nuova legge che per alcuni è davvero incredibile da accettare.

Siamo in Russia dove è stata creata una legge per costringere proprietari delle auto di mantenere leggibili le targhe. Visto che in quel paese ci sono condizioni meteorologiche piuttosto estreme e dunque questa possibilità non è così strana. Tanto da rendere impossibile in caso di infrazione di leggere la targa di chi si da alla fuga.

Come lavare la macchina
Multa se non lavi la macchina (Bicizen.it)

Questa situazione ha creato però una grande polemica perché si tratta di una cosa abbastanza a discrezione dei funzionari del traffico e che non può essere analizzata in maniera oggettiva come dovrebbe essere una legge.

Una situazione però che crea preoccupazione perché potrebbe essere d’esempio per diversi paesi. E chissà che tutto questo non possa arrivare prima o poi anche in Italia dove al momento ovviamente questa legge non è ancora regolamentata in nessun modo.

Quindi per ora state tranquilli e trascurate pure la pulizia dell’auto, se volete, ma attenzione perché anche da noi se la targa risulta completamente coperta da qualcosa il rischio è che la multa possa arrivare allo stesso modo. In attesa di novità vi invitiamo, come sempre, a utilizzare il buonsenso per evitare ulteriori problemi.

Impostazioni privacy