Lotus, il grande ritorno: la GT elettrica nata sulla pista, emozione pura

Quando si parla di Lotus potenza ed eleganza coincidono. In versione elettrica è veramente da brividi. Tutte le novità che la riguardano.

Possedere una Lotus è il sogno di molti. Meno costosa di altre supercar sul mercato, pur restando un desiderio oneroso risulta meno proibito di altri. Esteticamente elegante e riconoscibile anche da lontano, è da sempre sinonimo di prestazione. Come sappiamo però, la modernità sotto questo punto di vista ha fatto passi avanti da gigante e se già prima velocità e reattività erano notevoli, grazie all’ausilio dell’elettrico  l’asticella è stata ulteriormente alzata.

Lotus 2024
Lotus elettrica in uscita (Pixabay) – Bicizen.it

Nello specifico l’auto di cui andremo a parlare è nata per sfogarsi in pista, ma anche su strada si difende bene. Inutile dire che è indirizzata ad una clientela sofisticata e dal portafoglio pesante, ma chi può permettersela non rimane certo deluso trattandosi di una delle vetture più veloci mai progettate e con un’attenzione particolare dedicata all’aerodinamica.

Lotus da sogno, la GT elettrica spezza il fiato in tutti i sensi

La Lotus Emeya ha in sé una caratteristica speciale, quella di essere la prima Hyper-GT a quattro porte e in più rigorosamente full electric. Tra gli aspetti più avanguardistici figura l’alta attenzione all’aerodinamica data dalla griglia attiva che a seconda delle condizioni in cui si sta guidando raffredda le batterie, piuttosto che i freni, o modifica il drag. Il tutto è possibile grazie alla combinazione spoiler, splitter e diffusore, tutti regolabili, in modo da ottimizzare la prestazione pura e l’efficienza.   Nello specifico l’alettone a doppio strato con larghezza di 280 mm, permette di ottenere un downforce di più di 215 kg. Le sospensioni dispongono di controllo elettronico.

Lotus Emeya, caratteristiche
Lotus Emeya 2024 (Lotus) – Bicizen.it

Aprendo le portiere troviamo arredamenti pregiati, con materiali sostenibili e di pregio. I rivestimenti del cockpit sono stati realizzati sfruttando gli scarti di cotone dell’industria della moda. non mancano neppure alluminio, Alcantara e nappa. Sul fronte della tecnologia abbiamo l’head-up display in realtà aumentata da ben 55 pollici, un impianto auto della KEF con audio sorround 3D Dolby Atmos e numerosi sistemi di assistenza alla guida, come le telecamere a 360 gradi.

Le modalità di guida sono cinque: Tour, Range, Sport, Track e Individual. Il passaggio da 0 a 100 km/h viene compiuto in 2,78 secondi, mentre premendo il gas a fondo si toccano i 250 km/h. Grazie alla ricarica rapida da 350 kW si recuperano 150 km in 5 minuti. Il costo va dai 111.490 euro della entry level, per arrivare ai 132.560 euro della variante S più completa.

Impostazioni privacy