Strage senza fine sulle strade italiane: l’ultimo dato è raccapricciante

Tragiche notizie in Italia, con i dati che evidenziano ormai un trend sempre più preoccupante per quanto riguarda la strada.

Spesso sembra davvero essere paradossale il fatto che la strada, uno dei luoghi in assoluto più frequenti in tutto il mondo, sia anche spesso e volentieri sinonimo di tragedia e disgrazia. Il pericolo quando si va in auto è sempre dietro l’angolo, con il numero di vetture che è sempre in costante aumento.

Strage sulle strade
Sulle strade continua la strage – bicizen.it

Inoltre ora si sta attraversando un periodo di profondi cambiamenti, tanto è vero che si sta virando sempre di più verso una mobilità a impatto zero. Monopattini ed e-Bike dunque sono sempre più comuni e dunque diventa complicato alle volte evitare degli incidenti, con il numero di mezzi che ormai è incredibilmente diversificato.

Si tende molto spesso a dare colpa agli automobilisti, ed è innegabile che la distrazione di chi sta sulle quattro ruote è la principale causa di incidenti. Anche per questo motivo le aziende stanno cercando di progettare delle automobili in grado di guidarsi in modo autonomo, con questa decisione che dovrebbe abbattere il numero di incidenti in strada.

I dati in Italia avevano evidenziato un sensibile calo degli incidenti stradali nel 2023, soprattutto per quanto riguardava il numero delle morti. A quanto pare però la situazione non sta continuando sotto questo punto di vista anche nel 2024, con i primi numeri del nuovo anno che evidenziano una serie di eventi che possono essere paragonati a delle stragi.

Pedoni sempre più a rischio: quanti morti nel 2024

Nel momento in cui si sta cercando di aggiungere quanti più mezzi possibili nelle strade, ecco che si denota come coloro che sono ancora più a rischio sono i pedoni. Questi infatti hanno sempre rappresentato la categoria maggiormente a rischio, con i dati in questi primi quattro mesi del 2024 che sono a dir poco disastrosi.

Stragi incidenti problemi Italia pedoni auto
Stragi di pedoni in Italia (Canva – bicizen.it)

Si parla infatti di un totale di ben 127 vittime complessive sparse in tutto il Belpaese, numeri che vedono un netto “vantaggio” da parte degli uomini, con 89 morti contro le 38 delle donne. La maggior parte delle morti riguardano persone anziane, infatti ben 76 di essi avevano oltre 65 anni.

La maglia nera d’Italia è la Lombardia, con questa che ha dovuto piangere la morte di ben 18 pedoni. Al secondo posto ci sono a pari merito Lazio ed Emilia Romagna, con un totale di 14, e poi a 12 ci sono Campania e Sicilia. I dati sono stati riportati da ASAPS, Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale, con questi che hanno evidenziato come si debba cercare di rinnovare il Codice della Strada, in modo tale da poter inasprire sempre di più le Leggi.

Secondo ASAPS un primo passo in avanti si avrà con la mini-sospensione della patente, con questo che comporterà immediatamente lo stop di 7 giorni alla guida per chi ha meno di 20 punti e di 15 giorni per chi ne ha meno di 10. Si dovrà cercare di cambiare non solo il Codice della Strada, ma anche la cultura stradale dei cittadini, in modo tale da limitare quanto più possibile queste tragedie.

Impostazioni privacy