Multe per eccesso di velocità: da Luglio cambia tutto

Se domandassimo a qualsiasi automobilista qual’è la multa più temuta, quella per l’eccesso di velocità sarebbe sicuramente la risposta. Purtroppo basta un niente, una distrazione oppure la troppa fretta di dover raggiungere il posto di lavoro o partecipare ad un evento importante, per incorrere in pesanti sanzioni.

Tutti o quasi tutti nella nostra vita, siamo stati almeno una volta multati per aver superato, anche se di pochissimo, i limiti di velocità. Oggi in particolar modo, le sanzioni sono triplicate grazie all’ausilio degli autovelox ormai installati in maniera capillare un po’ dappertutto.

Il sistema intelligente
Meno multe grazie a questo limitatore di velocita (Instagram@costadriveclub) Bicizen.it

Sappiamo bene quanto possa essere onerosa una sanzione per eccesso di velocità, può partire da una cifra compresa tra 42 a 173 euro se si guida fino a 10 Km/h oltre il limite, ma può arrivare anche ad importi che vanno dai 544 a 2.174 euro per chi lo supera di oltre 40 km/h e ad un ammenda a partire da 847 a 3.389 euro, se la velocità è di oltre 60 Km/h rispetto al limite previsto.  Per non parlare della decurtazione dei punti dalla patente che, ad esclusione di chi non supera il limite di 10 Km/h, verranno tolti in tutti i casi descritti arrivando perfino alla sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno. Ma da luglio 2024, ci sarà una novità che ci farà sicuramente risparmiare un bel po’, vediamo di cosa si tratta.

Arriva l’ISA a salvarci dalle multe

E’ ben noto che la decisione di rendere obbligatorio il limitatore di velocità, sia stata presa nel 2022 per le auto di nuova omologazione, ma quello che è ormai imminente è l’obbligo che dovranno avere entro il mese di luglio 2024, anche le auto di nuova immatricolazione. Tutte le case automobilistiche che hanno avuto due anni di tempo per adeguarsi, dovranno farlo entro ormai pochissimo tempo.

ISA, limitatore di velcoità
Da luglio 2024, arriva ISA il limitatore di velocità (Instagram@americawalks) Bicizen.it

Questo sistema di sicurezza, presente già in molti veicoli di nuova generazione, ha un un nome ben preciso, ovvero ISA (Intelligent Speed Assistance). Ad eccezione di quelli che già ne usufruiscono, la maggior parte degli automobilisti pensano di avere già un limitatore di velocità, in realtà quello esistente già in tante auto è lo Speed Limiter o l’Adaptive Cruise Control ma in effetti non è assolutamente la stessa cosa. Questi ultimi infatti, possono essere inseriti e disinseriti dal conducente quando e come desidera, mentre nel caso dell’ISA, questo limitatore di velocità automatico si attiverà ogni volta che l’auto si mette in moto e grazie ai dati GPS del navigatore e ad una telecamera frontale che legge i cartelli stradali tenendo in questo modo sempre sotto controllo i limiti di velocità. Nel caso in cui questi vengano superati per un tempo prolungato, sarà l’ISA a frenarci inviando prima un segnale luminoso sul cruscotto dove sarà indicato il limite, poi un segnale acustico.

Naturalmente se prima il guidatore aveva la facoltà di disattivare il sistema, da luglio 2024 questo non sarà più possibile e se lo fosse, verrebbe comunque riattivato ogni volta che l’auto viene messa in moto. Tutto questo è stato pensato allo scopo di ridurre drasticamente gli incidenti stradali, tanto che il Consiglio Europeo per la sicurezza dei trasporti, ha stimato che ci possa essere una riduzione degli stessi di circa il 30%. Ma i benefici. oltre a quelli relativi alla diminuzione dei morti su strada, sono anche di natura economica. Pensate infatti a quante multe ci eviteremo dal momento che con questo sistema difficilmente potremo peccare di eccesso di velocità.

 

 

 

 

 

 

Impostazioni privacy