Mette mano su questa BMW R nineT e la stravolge: il risultato finale non è per deboli di cuore

La BMW R nineT è un modello storico del colosso tedesco, con questo cambiamento che lascia di stucco per la sua bellezza.

Non ci sono dubbi sul fatto che in questo periodo, la BMW Motorrad stia vivendo un momento davvero d’oro. Le vendite non sono mai andate così tanto a gonfie vele, con modelli molto costosi come la R 1300 GS che diventa una delle due ruote più acquistate in tutta Italia, ma sono tanti anche coloro che amano la R nineT.

BMW R nineT stravolge cuore
BMW R nineT rinnovata (BMW Press Media – bicizen.it)

Le naked d’altronde hanno sempre un grande successo in questo ambito, con la BMW R nineT che si presenta con una lunghezza di 210 cm, una larghezza di 124 cm cm e un’altezza della sella di 80,5 cm, con un peso che è di 221 kg. Il motore che monta internamente è un bicilindrico da 1170 di cilindrata e che eroga un massimo di 109 cavalli.

Questo permette così a questa moto di poter arrivare fino a un picco massimo che va otre i 200 km/h. I consumi sono da un litro per 5,1 km, il che la porta a essere molto dispendiosa. Una moto che però affascina moltissimo, tanto è vero che di recente è stato progettato un modello innovativo e con una caratteristica mai vista prima.

BMW R nineT: chi l’ha fatta in fibra di carbonio?

Non mancano di certo al giorno d’oggi i designer e gli artisti che trovano il modo di perfezionare ancora di più delle moto già di per sé eccezionali. Questo è ciò che si può ammirare con l’ultima grande creazione di Asen Zahariev, con questo che fa parte di Tossa R, con sede in quel di Sofia, in Bulgaria.

BMW R nineT fibra carbonio
BMW R nineT (Instagram – bicizen.it)

Sono diverse le innovazioni che sono state apportate a questa BMW R nineT, ma la migliore è legata all’utilizzo della fibra di carbonio come suo rivestimento. Inoltre vi sono le sospensioni Ohlins, senza dimenticare l’eccellenza apportata con il nuovo serbatoio, anche in questo caso nato in fibra di carbonio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tossa R (@tossa.r)

Il progetto ha portato così a rendere ancora più moderna e sportiva quella che è a tutti gli effetti una splendida café racer, con la R nineT in questione che ha preso spunto anche da altre BMW. Le ruote derivano dalla K 1200 e inoltre si è deciso di utilizzare anche il faro della Yamaha MT-03. Una moto che risulta essere anche molto tecnologica, con la presenza di un manubrio clip-on, mentre ciò che è rimasto il medesimo rispetto alla versione originale è il suo mitico motore.

Impostazioni privacy