Occhio in Italia, Vigili Urbani ovunque nel centro: se passi di qui rischi la batosta

I Vigili Urbani hanno deciso di monitorare la situazione di svariati utenti della strada. Adesso può essere notato dappertutto.

La strada va continuamente monitorata, per vedere e controllare se  davvero chi adopera un mezzo di trasporto, qualunque esso sia, rispetta i dettami voluti dal Codice della Strada. Non solo quando i mezzi sono in movimento ovviamente, ma anche durante la sosta.

Attenzione ai vigili
I Vigili Urbani sono più attivi del solito (Canva) – Bicizen.it

Insomma, ogni cosa deve essere in regola nelle strade che affrontiamo tutti i giorni, che sia cittadina o fuori dal perimetro urbano. Ed è proprio per questo che alcuni Vigili Urbani hanno deciso di monitorare attentamente la situazione nel centro di un determinato luogo. Un modo per provvedere al meglio alle norme del Codice della Strada.

Ultimamente gli automobilisti di alcuni centri abitati dovranno fare attenzione perchè stanno per essere monitorati in modo molto più severo. Cerchiamo di capire cosa sta succedendo e qual è la situazione. Anche perché, adesso, i controlli non sono esattamente i soliti che si possono vedere in giro. Parliamo di qualcosa di singolare.

Vigili Urbani ovunque: occhio in Italia

Il luogo in cui sta accadendo quanto vi stiamo raccontando è Milano. In particolare le piste ciclabili della città italiana sono state messe sotto controllo. Un reparto di Polizia locale in bicicletta controllerà i luoghi pensati e adibiti per essere utilizzati dai ciclisti. Il principale obiettivo è quello di sanzionare le cosiddette soste selvagge. Alcuni automobilisti faranno quindi bene a stare molto attenti. Si tratta di una decisione senz’altro corretta, anche perché molto spesso chi usa una bicicletta è costretto/a ad andare a pedalare sulle strade riservate ai mezzi a motore; il che, a livello di sicurezza stradale, è quantomeno preoccupante.

pista ciclabile milano vigili urbani
Pista ciclabile a Milano monitorata dalla polizia locale: i dettagli (bicizen.it – Ansa)

Le forze dell’ordine scelte opereranno su turni variabil ie diversificati. In questo modo la sorveglianza sarà costante, tanto nelle ore di maggiore traffico che in quelle di minore viabilità. Quel che stiamo descrivendo accuratamente non è altro che la prima mossa del nuovo pacchetto mobilità discusso fra amministrazione locale ed associazioni varie. Almeno è quel che ha confermato e riferito l’assessore alla Sicurezza di Milano Marco Granelli.

Ogni giorno sarebbero circa 100.000 le automobili parcheggiate illegalmente, ma comunque ‘tollerate’ a Milano. Le multe sono inoltre in aumento. Sono cresciute del 40% tra il 2021 e il 2022 solo per quanto riguarda le soste irregolari. Tutto questo fa inevitabilmente pensare che sia altresì fondamentale trovare uno stratagemma adeguato a tale problematica. Vedremo se il Comune di Milano ne sarà in grado. Oppure, come capitato in passato, finirà tutto con un nulla di fatto ingombrante e a tratti inaccettabile anche solo da immaginare.

Impostazioni privacy