Per superare un record rischia la vita in bici: non provate a copiarlo | Genitori fuoriosi sul web

Il mondo delle bici spesso è fatto anche di spregiudicatezza. Quest’uomo per superare un record ha rischiato la vita in bici, non provate assolutamente a copiarlo.

Il gesto tecnico è diventato virale sui social network anche se alcuni ne hanno criticato la pericolosità. Farlo vedere a tutti potrebbe portare a delle tragiche emulazioni soprattutto per chi non è tanto pratico in materia.

Il gesto folle di Dean Harvey
Dean Harvey gesto folle (ANSA) bicizen.it

Protagonista di questo gesto tecnico è l’irlandese Dean Harvey, ciclista nato il 15 marzo del 2003 e dunque ancora ventenne. Nonostante la giovane età si tratta di un uomo con una grande esperienza, in grado di stupire tutti per la sua bravura e per i risultati ottenuti in diverse competizioni internazionali.

Il Tour di Istanbul, l’European Continental, il tour della Repubblica Ceca e molti altri hanno visto questo straordinario ciclista come protagonista, permettendogli di togliersi numerose soddisfazioni. Nessuno però si sarebbe mai aspettato di vederlo compiere un gesto così pericoloso che ha acceso la polemica di migliaia di persone sui social network. A protestare sono stati soprattutto i genitori di giovani ciclisti che potrebbero vedere in lui un cattivo esempio. Ma cosa ha fatto? Andiamo a scoprirlo da vicino.

Il gesto tecnico pericoloso che scatena la polemica

Dean Harvey è un ciclista che ha già fatto parlare di sé per numerose bizzarre iniziative e per un talento cristallino che lo proietta tra i possibili futuribili campioni di questa disciplina. L’ultima esibizione però è andata ben oltre ogni possibile aspettativa creando un po’ di preoccupazione nei gli occhi di chi lo vedeva come un idolo.

Follia in bici
Record assurdo da non imitare (bicizen.it)

Il suo gesto tecnico è avvenuto durante il Derby National Trophy dove l’abbiamo visto cambiare la bici in corsa a una velocità incredibile. Un gesto tecnico che comporta un’altissima percentuale di rischio e che se eseguito male può portare anche a brutti incidenti alcuni di questi che rischiano di culminare nella morte.

Proprio per questo tantissimi hanno criticato l’esibizionismo dell’atleta in grado di creare emuli e di non dare un buon esempio. Non sappiamo se effettivamente il gesto sia stato effettuato per puro esibizionismo o per raggiungere più rapidamente il successo e dunque riuscire a rendere la crono più rapida nei tempi.

Al momento il ciclista non ha rilasciato dichiarazioni in merito anche se è molto probabile che dovrà dare delle spiegazioni per quel gesto tecnico che è diventato virale e non di certo per metterlo in buona luce.

Impostazioni privacy