Ultima ora Italia, doccia fredda per Moto e Scooter: arriva l’ennesima stangata

Brutte notizie in arrivo per i motociclisti. Siamo di nuovo alle solite e una nuova stangata è ormai prossima 

Non sono tempi facili per chi possiede un’auto, una moto o uno scooter. Le spese sono in costante aumento. Se le polizze assicurative ed il Bollo Auto sono una costante, i costi accessori sia per le moto che per le Auto sono in aumento ormai da tanto tempo. Gli ultimi anni poi tra Covid e guerre sono stati tutto meno che clementi per i consumatori costretti a pagare le conseguenze degli aumenti dei prezzi un pò ovunque.

Prezzo Benzina aumenti moto e scooter
Motociclisti e automobilisti, ci risiamo purtroppo – Bicizen.it

Anche gli italiani che viaggiano in motocicletta saranno interessati da un  problema ormai ricorrente, ossia la salita del costo del carburante prevista a causa delle concomitanti vicende geopolitiche. La storia insegna che sono proprio queste le situazioni in cui arrivare alla pompa di benzina risulta può riservare brutte sorprese  come prova la crisi degli anni settanta che portò i prezzi del greggio a livelli da record.

Stavolta a causare uno scossone potrebbe essere il conflitto in Yemen, una delle guerre in atto da tempo e più “sottovalutate” dalla stampa internazionale. Gli attacchi costanti dei ribelli Houthi rendono l’area molto instabile per le compagnie che lavorano sul posto, anche nel comparto dell’estrazione del petrolio, con questo che si ripercuote sui prezzi di benzina e diesel allo stesso modo.

Prezzo Benzina, cosa può succedere

Non parliamo ancora di scenari da incubo come quelli visti all’inizio della crisi ucraina ciononostante la grave crisi che sta colpendo il paese del Medio Oriente è già arrivata ad influenzare direttamente i prezzi del carburante anche nel nostro paese. Stando a  In Sella la situazione minaccia di diventare sempre più grave con i prezzi che salgono costantemente.

Prezzo Benzina aumenti moto e scooter
Per chi va al distributore potrebbero esserci altre brutte sorprese (Ansa) – Bicizen.it

Riassumendo dal giorno 19 dicembre Eni avrebbe alzato di un centesimo il prezzo del carburante suggerito ai distributori. Vediamo gli effetti con il prezzo della benzina self service a 1,767 Euro al litro e 1,909 Euro per i distributori con il servito. Il diesel passa invece a 1,732 Euro al litro per il self service e a 1,873 euro per litro per quanto riguarda il servito. Prezzo che potrebbe aumentare ulteriormente nelle prossime settimane con altre stime al rialzo.

La prova che la situazione dipende esclusivamente dalla situazione politica attuale in Medio Oriente? Al momento GPL e Metano sono ancora allo stesso prezzo di prima, il che fa sperare che almeno per chi usa questi carburanti non ci siano rincari in arrivo, una situazione in costante evoluzione che aggiorneremo continuamente.

Impostazioni privacy