Volkswagen, la decisione è tremenda: impensabile fino a poco fa

La Volkswagen vive una fase di crisi, ed ora è arrivata una notizia che cambia tutto. Ecco cosa è stato appena annunciato.

Sono anni duri, anzi durissimi per il mondo delle quattro ruote, con alcuni marchi che stanno affrontando delle gravi difficoltà sul fronte economico. La Volkswagen è una di quelle che è messa peggio in assoluto, ed è davvero incredibile pensarlo considerando il flusso di vendite che genera, seppur più basso rispetto al passato. La casa tedesca, infatti, è in grave difficoltà, e nei giorni che hanno preceduto il Natale sono state prese delle decisioni molto forti.

Volkswagen Media Elettrica
Volkswagen, una decisione ormai irrevocabile! (Canva) – Bicizen.it

Inutile nascondere il fatto che molti posti di lavoro siano a rischio, dal momento che, se non licenziate, diverse persone impegnate presso il marchio potrebbero avere un forte ridimensionamento dello stipendio. La Volkswagen ha infatti approvato un piano molto importante, che punta a diminuire i costi in vista dei prossimi mesi. A questo punto, andiamo a vedere cosa sta per accadere nei dettagli in vista dei prossimi anni.

Volkswagen, ecco la decisione dei vertici!

La crisi che ha colpito la Volkswagen ha dato origine a delle decisioni irrevocabili, delle quali si discuteva da tempo e che ora sono state ufficializzate. Il piano di taglio di 10 miliardi di euro è stato reso noto dai vertici, con l’obiettivo di portare la redditività al 6,5% entro il 2026. L’obiettivo è quello di tagliare i turni di produzione, ridurre i cicli di sviluppo dei prodotti e rinunciare anche ad un nuovo sito di ricerca e sviluppo a Wolfsburg.

Volkswagen elettrica che mazzata
Volkswagen, si continua con l’elettrico (Volkswagen Press Media ) – Bicizen.it

Inoltre, si vogliono accelerare i tempi di sviluppo e di produzione, ma anche ridurre i costi del personale e l’attuazione di una strategia di approvvigionamento più efficiente. Per un colosso di questo tipo, ed è inutile nasconderlo, si parla di un grosso ridimensionamento, ma era necessario fare qualcosa dopo le parole del CEO Thomas Schafer, che aveva fatto capire quanto la situazione fosse delicata in questi mesi.

Secondo le previsioni, la Volkswagen ha in mente di risparmiare 320 milioni di euro all’anno grazie ad un migliore approvvigionamento, ed anche di guadagnare 250 milioni in più grazie a dei migliori processi successivi alla fase della vendita. La riduzione dei costi dovrebbe dare delle risposte positive già entro la fine del 2024, con l’obiettivo di recuperare circa 4 miliardi già nei prossimi 12 mesi.

Ovviamente, c’è un rischio non da poco che riguarda i posti di lavoro, con Gunnar Kilian, un membro del consiglio di amministrazione del marchio tedesco, che ha parlato di accordi di risoluzione selettiva dei contratti nel caso in cui fossero necessari. Potrebbe accadere che alcuni ruoli vengano lasciati vacanti, per qualche tempo, con l’obiettivo di diminuire le spese e di risparmiare il più possibile su alcuni punti.

Qualche settimana fa si era parlato di un taglio di circa 40.000 impiegati amministrativi, e vedremo se questa voce verrà confermata o meno. Di certo, la VW sta passando uno dei momenti peggiori della sua storia, ed occorreva una svolta decisa, anche con delle decisioni impopolari, per cercare di salvare il salvabile verso un futuro migliore.

Impostazioni privacy