Si può mettere la bici nelle scale del condominio? Ecco cosa dice la legge

La bici spesso è argomento di discussione anche nei condomini. In molti, infatti, la lasciano nell’androne delle scale, ma cosa dice la legge in merito? Andiamo ad approfondire il tutto.

La sosta di cicli e motocicli spesso diventa protagonista di efferate liti all’interno di palazzi condominiali. I proprietari dei mezzi vorrebbero parcheggiarli in prossimità dell’abitazione, chi non li possiede si lamenta. La legge però è chiara.

Metti la bici nel portone?
Bici nell’androne delle scale (Bicizen.it)

Vi è mai capitato di trovarvi dentro il portone delle biciclette ingombranti, magari anche col rischio di urtarle e farvi male? Vi siete mai trovati di fronte alla possibilità di non riuscire a portare su casa vostra un mobile per la presenza di una due ruote nei pressi dell’ingresso della vostra abitazione?

Sicuramente sono cose successe a tutti prima o poi che portano a non poche discussioni. Per questo motivo diventa importante cercare anche di capire cosa dicono gli organi di legge in merito, per evitare di discutere sul nulla. Molto spesso infatti si procede per deduzione logica, ignorando quello che lo Stato ci mette a disposizione in maniera chiara. E ricordate, la legge non ammette ignoranza, quindi per chiunque si approccia a questo problema sarà molto importante leggere quanto segue.

Bici nell’androne del condominio, la legge

Molto spesso vediamo bici sistemate nell’androne dei condomini, ma si può fare? Di fatto l’androne è un luogo di transito tra il portone dell’edificio dove abitiamo e le scale per raggiungere gli appartamenti. Serve di fatto a facilitare l’accesso alle case ed è considerato un luogo di uso comune.

bicicletta nel palazzo
Bici nel portone del palazzo (Bicizen.it)

Sebbene sembri logico pensare a un divieto per la presenza di qualsiasi cosa all’interno dell’androne, la legge è piuttosto chiara. L’articolo 1102 del Codice Civile specifica: “Ciascun partecipante può servirsi degli spazi comuni, purché non ne alteri la destinazione e non vada a impedire agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il diritto comune”.

Spiegandolo in parole povere si può posizionare una bicicletta a meno che questa non impedisca il passaggio dei condomini e diventi conseguentemente un problema. Inoltre l’uso dei pianerottoli deve essere paritario tra i condomini, quindi teoricamente ognuno dovrebbe avere spazio per posare una bicicletta.

Il divieto è quello del “modificare la destinazione d’uso”, cosa che di fatto non si può fare a prescindere. Per questo è molto importante cercare di capire anche come diventa funzionale l’area comune. La scelta più saggia rimane quella di pronunciarsi in riunione condominiale e magari chiedere semplicemente il permesso agli altri inquilini del palazzo.

Impostazioni privacy