La bici pronta a cambiare la storia: tutti ne vorranno una, ecco perché

È stata presentata una bici in grado di cambiare la storia, presentato un modello rivoluzionario che sicuramente sarà molto copiato negli anni a venire.

Colori sgargianti e prestazioni ad altissimo livello sono pronti a essere solo da contorno a prestazioni eccezionali e risposte direttamente su strada.

La bici che cambia tutto
Bici rivoluzionaria (Facebook Team Polti-Kometa) Bicizen.it

Le due ruote, negli ultimi anni, hanno compiuto passi da gigante anche grazie all’implementazione della tecnologia. Ci siamo trovati di fronte a modelli sempre più performanti e adattati alle necessità dei corridori sfruttando ovviamente materiali di ultima generazione.

I grandi miglioramenti sono avvenuti soprattutto dal punto di vista della sicurezza, garantendo a chi sale in bici diversi benefici prima ignoti. Intanto si può tranquillamente monitorare lo stato di salute e in più possiamo anche avere maggiore aderenza per evitare le cadute. Senza contare la risposta dei pedali che permettono di poter tirare sempre più in alto la soglia delle prestazioni.

Si è lavorato molto sull’aerodinamicità del mezzo, rendendo il mezzo molto più leggero e dunque permettendo a chi viaggia di andare più veloce e di alzare le prestazioni. Si è cercato di eliminare il superfluo, badando solo ed esclusivamente al necessario e utilizzando materiali che si adattino alle esigenze di chi viaggia su due ruote. Ma ora andiamo a vedere le specifiche di questa nuova bici.

Magma Agate Black, la bici per il 2024 di Aurum

La Aurum, marchio ideato da Ivan Basso e Alberto Condator mica due qualsiasi, ha lanciato la Magma Agate Black. La bici in questione è quella che i corridori del team Polti-Kometa utilizzeranno nel 2024 e che si propone come una due ruote in grado di cambiare la storia di questo mezzo.

Bici rivoluzionaria
La bici che tutti vorranno (Facebook Team Polti Kometa) Bicizen.it

A livello estetico ha un telaio totalmente nero, che va a sostituire quello bianco della scorsa stagione. La grande novità è sicuramente l’inserimento delle ruote tubeless. Si tratta della presenza di uno pneumatico in cui l’aria viene trattenuta all’interno dalla struttura in gomma e acciaio, non è dunque presente la consueta camera d’aria cosa che rende la bici molto più veloce.

Inutile negare che la bici è anche molto bella da vedere con sellino alto e manubri più bassi proprio per favorire la classica progressione piegata dei corridori. Una bici per velocisti che può essere utilizzata anche da chi ama praticare bici tutti i giorni e con pretese molto diverse. Una volta provata si farà fatica davvero a tornare indietro. Il prezzo non è alla portata di tutti visto che si sfiorano i 6mila euro.

Impostazioni privacy