Aprilia fa impazzire i suoi tifosi, la notizia è una manna: tutti al settimo cielo

Aprilia ha una notizia che i suoi fans dovrebbero davvero sentire! Vediamo cosa è successo e perchè tutti pensano sia una grande novità! 

Da quanto è stata fondata nell’immediato dopoguerra a Noale in Italia la casa motociclistica Aprilia ha fatto ben intendere di essere nata con uno scopo su tutti in mente del suo fondatore: stracciare la concorrenza, che sia in pista, fuoristrada o anche in città con motociclette veloci e performanti che i suoi fans amano. Ovvio che anche in tempi moderni, il marchio non si tiri indietro da nessuna competizione.

Aprilia che vittoria
Una corsa spettacolare per Aprilia… (Ansa) – Bicizen.it

In queste ore però la casa italiana si è superata, arrivando ad un traguardo che nessuno aveva mai dominato così prima vincendo una competizione nella sua categoria che nessuno ha mai conquistato all’esordio, non in questo modo. Stiamo parlando di una delle gare di resistenza più brutali che ci siano, sia per le moto che per i piloti che devono condurle in un deserto infernale.

Aprilia si è portata a casa l’edizione della Parigi-Dakar del 2024, la storica gara di resistenza che si svolge proprio nel deserto africano dove è facile che un pilota si perda o che una moto si rompa subito: Jacopo Cerutti, esperto pilota che ha portato l’impresa a termine però non si è lasciato intimorire dalla sfida, trionfando da vero centauro a bordo di un modello incredibile.

Impresa all’esordio

Come riporta Due Ruote, Cerutti è riuscito a dominare contro ogni previsione per i ben 6mila chilometri corsi nel deserto più duro dell’Africa centrale, portando a casa la vittoria nella sua classe contro Yamaha che lo ha inseguito per tutto il tempo. La moto scelta dal campione, una Aprilia Touareg 660, non è stata da meno, resistendo alle intemperie.

Gara vinta Aprilia
Jacopo Cerutti studia il deserto in sella alla sua motocicletta (YouTube) – Bicizen.it

Introdotta nel 2021, la nuova gamma Touareg monta un propulsore da 80 cavalli ed è un enduro in grado di resistere ad ogni terreno. Forse, proprio questo ha fatto la differenza consentendo al pilota italiano di portare a casa un trionfo tutto azzurro: “Quello che Cerutti ha fatto in gara è senza precedenti, un trionfo davvero incredibile che merita uno speciale ringraziamento”, parole dell’Amministratore Delegato Massimo Rivola, membro del team sportivo italiano.

C’è da aspettarsi che la popolarità della Touareg anche sul mercato civile cresca dopo questa impresa. Soprattutto però, si tratta di un trionfo che fa felici fans e membri del team sportivo che hanno lavorato duramente per portare a casa un’impresa degna di nota.

Impostazioni privacy