Dramma Stellantis, decisione drastica: lavoratori sull’orlo della disperazione

La decisione presa da Stellantis è particolarmente drastica e porta migliaia di lavoratori alla disperazione per un processo irreversibile: cosa accadrà adesso?

Il 2024 non inizia nel migliore dei modi per alcuni lavoratori del Gruppo Stellantis, che sono attivi in uno degli stabilimenti italiani della multinazionale. Alla luce dei bilanci produttivi del 2023 di alcuni modelli, l’unica soluzione apparsa possibile agli italo-francesi è stata quella di ridimensionare l’organico per un periodo di tempo, al fine di comprendere se sarà questa la strada che bilancerà nuovamente la condizione generale dell’impresa. Tuttavia per i lavoratori non è una giustificazione, poiché si trovano a fronteggiare in prima persona un disagio davvero molto grave.

Lavoratori di Stellantis a rischio
I lavoratori sono davvero preoccupati adesso (Canva) – Bicizen.it

 

Lo stabilimento nell’occhio del ciclone è quello di Mirafiori. Migliaia dei suoi dipendenti si preparano a dover affrontare un licenziamento improvviso definito però temporaneo. Si tratterà di 2.250 operai, costretti a subire la decisione da parte dei dirigenti. Ciononostante, come detto prima, dovrebbe trattarsi soltanto di una soluzione temporanea, per alcune precise settimane già indicate dall’azienda.

Si tratta dei giorni che vanno dal 12 febbraio al 3 marzo prossimi. Sarà questo il periodo nel quale i lavoratori saranno dispiegati sulle linee produttive di due automobili in particolare, ovvero la nota FIAT 500 e un modello non meglio precisato della Maserati. Si tratterebbe dell’unica risposta immediata pensata da Stellantis per rispondere alla debole domanda di questi modelli di vetture, almeno secondo quanto spiegato dall’azienda per motivare quanto è in procinto di accadere. A favore dei lavoratori inoltre, va detto che tale decisione è stata adottata anche in passato senza giungere a peggiori conseguenze per contrastare un simile fenomeno.

Stellantis, che batosta per i lavoratori italiani: ora è dramma

Rispetto ai 2.250 lavoratori che l’azienda per il momento ha licenziato, 1.250 sono quelli impegnati nella linea produttiva della FIAT 500. Gli altri 1.000 infatti sono quelli che invece si occupano dei modelli del marchio Maserati. Quindi la distribuzione del licenziamento temporaneo è grossomodo bilanciata sui due fronti. Chiaramente, in entrambi i casi non è mancata la pronta e feroce reazione da parte dei sindacati, che proteggono e difendono gli interessi di operai e dipendenti.

Licenziamenti momentanei per Mirafiori
Stellantis, l’ultima decisione su Mirafiori è drammatica (ANSA) – bicizen

 

Secondo la ricostruzione fornita da ‘Reuters’, le sigle coinvolte hanno manifestato la loro allarmante preoccupazione e hanno richiesto un incontro per un dialogo ai vertici della società Stellantis. Non è la prima volta che viene seguito questo modus operandi, perciò il motivo è anche arrestare questa tendenza e invitare alla ricerca di altre soluzioni. La domanda contenuta di automobili fra ottobre e novembre del 2023, quindi di recente, aveva scaturito altri stop, ma stavolta le conseguenze potrebbero condizionare l’operato dell’azienda sul territorio nazionale.

Impostazioni privacy