Raikkonen torna in Ferrari: fan in estasi, fermento a Maranello

Il cognome Raikkonen associato alla Ferrari riporta certamente tanti ricordi felici nella mente dei tifosi.

Il nome di Kimi Raikkonen, per i tifosi Ferrari, significa veramente moltissimo. Soprattutto se associato a quell’Iceman, soprannome del finlandese che portò la Ferrari sul tetto del mondo nel 2007. Fu l’ultimo campionato del mondo piloti conquistato in Formula 1 dal cavallino rampante, almeno finora.

Kimi Raikkonen torna in Ferrari
Raikkonen è – finora – l’ultimo campione di F1 con il logo della Ferrari… (Ansa) – Bicizen.it

Da quel momento in poi, è iniziato un digiuno che dura da ormai oltre 17 stagioni sportive. Qualcosa di francamente inimmaginabile per una scuderia simile, di sicuro però il ricordo – a prescindere da quel che rappresenta il presente – di ciò che è stato in passato non può fare che piacere a milioni di tifosi e appassionati della Rossa sparsi in tutto il mondo.

Detto questo, l’ex pilota della Ferrari pare essere tornato ad avvicinarsi Maranello di recente. Ciò non poteva fare altro che rendere contenti tantissimi fan. Scopriamo i dettagli della vicenda.

Raikkonen torna a Maranello: tutta la verità

Kimi Raikkonen torna a Maranello. Non da assoluto protagonista, va detto, visto che era in compagnia di suo figlio Robin. Quest’ultimo compirà 9 anni il prossimo 27 gennaio, e sembra più che interessato dalla possibilità di avere un futuro all’interno del motorsport. Il piccolo di casa Raikkonen ha iniziato a gareggiare sui go-kart per divertirsi, un po’ come fanno tanti altri bambini a quest’età, adesso però questa passione sembra diventare qualcosa di più per il giovane talento finlandese.

kimi raikkonen a maranello con il figlio
Raikkonen e figlio a Maranello: cosa succede? (bicizen.it – Ansa)

Ma cosa ci faceva a Maranello il giovane Robin con suo padre? E’ approdato in Italia per esercitarsi presso la struttura SIM Maranello; questa si trova a poche centinaia di metri di distanza dalla pista di Fiorano. Robin Raikkonen si è messo al volante di un simulatore vero e proprio, esercitandosi e tentando di apprendere più cose possibili in vista della prossima stagione che lo legherà ancora una volta al mondo dei kart. Un semplice modo per approcciarsi allo sport motoristico che un giorno potrebbe portarlo a competere per le formule minori o addirittura per la Formula 1. Ma com’è andata?

Ad aggiornarci a riguardo, ci ha pensato papà Kimi sul suo account ufficiale di Instagram. Stando ad Iceman, suo figlio pare essere davvero portato per guidare ad alti livelli: “Grande giornata con Robin al SIM Maranello. Robin ha apprezzato molto la sensazione di velocità reale data dal simulatore e sicuramente è un buon allenamento per la prossima stagione. Anch’io ho avuto modo di provarlo e sono rimasto davvero impressionato dalla precisione e dalle sensazioni. Ero un po’ più veloce di Robin, ma il ragazzo è veloce…”. Sono molti i piloti di Formula Uno che hanno iniziato la loro carriera proprio dai kart: chissà cosa potrebbe realizzare il figlio di un simile campione in questo campo!

Impostazioni privacy