E-Bike, finisce l’incubo furti: tempi durissimi per i ladri grazie alla nuova teconologia

Si riducono finalmente in furti di e-bike grazie a un nuovo sistema che può rivelarsi provvidenziale. Ecco come funziona.

L’e-bike rappresenta un mezzo che spesso si decide di comprare perché si ama stare a contatto con la natura e si sceglie così di utilizzarlo per distanze più o meno brevi, ma allo stesso tempo, rispettando l’ambiente. A volte però si arriva ad acquistarlo soprattutto per togliersi uno sfizio, mentre nella maggior parte delle situazioni si preferisce sfruttare l’auto, proprio per questo le e-bike rimangono a volte inutilizzate ed esposte al rischio peggiore di tutti.

Rischio furti e-bike
Troppi furti di E-Bike, spunta una possibile soluzione (Canva) – Bicizen.it

L’idea di subire un furto non può mai essere scartata del tutto, anzi, gli episodi di questo tipo sono purtroppo ancora numerosi, spesso indipendenti da una disattenzione da parte del proprietario. Cercare di correre ai ripari e impedire che questo possa succedere non è però così impossibile.

I furti di e-bike ora saranno ridotti

I malintenzionati purtroppo continuano ad agire sul nostro territorio, ancora troppo spesso si rivelano interessati alle e-bike, comprendendo le potenzialità ed il valore di questo tipo di mezzi. Anche in questo ambito la tecnologia può rivelarsi però un aiuto fondamentale, per questo, Vanpowers, azienda americana specializzata in biciclette elettriche, ha deciso di lanciare sul mercato due nuovi modelli che sarà davvero difficilissimo poter rubare.

Si tratta delle nuove Vanpowers GrandTeton e UrbanCross, che possono sfruttare un sistema denominato geofencing, grazie a cui il propulsore potrà bloccarsi. del tutto se la due ruote dovesse superare un’area predeterminata – indicata ovviamente dal proprietario – impedendo al ladro di guidarla. Non solo, grazie al GPS sarà inoltre possibile tracciarne in tempo reale la posizione, così da poterla andare a recuperare in tempi rapidi.

e-bike stop ai furti
La Vanpowers Grand Teton – Foto | Vanpowers.it – Bicizen.it

Entrambe si disinguono inoltre per la capacità di lanciare un SOS in caso di incidente grazie all’acceleerometro, accessorio che consente di rilevare in autonomia urti e cadute.

Almeno per ora non ci sono certezze su costi e periodo di arrivo in Italia, ma sicuramente entrambe potranno soddisfare l’interesse di tantissime persone. GrandTeton è adatta per chi desidera usarla in montagna e si distingue per un potente motore da 130 Nm, oltre che per l’autonomia dichiarata di 180 chilometri. UrbanCross, invece, è ideale per la strada, quindi ideale per viaggiare in città o per gite a breve distanza.

Attento a quello che fai

Essere in possesso di una di queste due e-bike potrà certamente rendere più complicata la vita ai ladri, ma nell’attesa non può che essere determinante mettere in atto una serie di comportamenti che potranno fare da deterrente a chi ha cattive intenzioni.

E’ innanzitutto importante non affidarsi a un solo lucchetto quando la si lascia in sosta, averne più di uno rendere più lunga l’operazione per i malintenzionati, che potrebbero arrivare a desistere vedendo quanto la cosa possa andare per le lunghe.

Non sarà una misura molto simpatica nei confronti degli altri ciclisti ma anche parcheggiare la bicicletta vicino a una che sembra avere un valore superiore alla vostra è un’idea. Già questo potrebbe evitare che sia la vostra ad attirare l’attenzione dei ladri. Sarebbe una buona trovata, anche se può risultare complesso, staccare la batteria e portarla con sé: non averla in dotazione obbligherà il criminale ad ingegnarsi per portare via la bici vanificando la sua azione e magari disincentivando il ladrocinio.

Anche evitare di avere gli stessi orari e di parcheggiare sempre negli stessi posti renderà un furto un’eventualità meno probabile. Buone abitudini che impediranno alla vostra bici elettrica di cadere in mani sbagliate.

Impostazioni privacy