Ricarica ultrarapida: la novità su cui scommette Mercedes, che svolta

Ricarica velocissima di ultima generazione, ecco la svolta che non ti aspettavi, tutti i dettagli su questo nuovo sistema di ricarica.

La velocità di ricarica dei veicoli elettrici è essenziale perché riduce i tempi di attesa e rende l’uso quotidiano più pratico. Una ricarica rapida significa maggiore convenienza e facilità d’uso, simile al pieno di carburante tradizionale. Sveltire i tempi di ricarica acceleraerà l’adozione dei veicoli elettrici, contribuendo a una transizione più veloce verso un trasporto sostenibile e a emissioni zero. Ecco perché tutto il mondo dell’auto sta investendo su questo.

L’obiettivo è quello di ridurre i tempi di ricarica dei veicoli elettrici, così da far risparmiare tempo ed elimina evitare lamentele inutili dai consumatori. La start-up israeliana StoreDot, è vicino a qualcosa che fino a qualche tempo fa, si credeva irraggiungibile creando una delle batterie più veloci sul mercato.

Mercedes ricarica ultrafast
Ricarica, Mercedes punta qui – bicizen.it

La nuova arrivata si chiamerebbe si chiama “I-Beam XFC”, ed è una batteria che vanta un sistema di raffreddamento brevettato. Ogni cella che la compone ha un proprio percorso di raffreddamento già incorporato, all’interno del quale scorre un liquido refrigerante in modo tale da garantire un’ottima gestione termica. In questo modo la batteria potrà incassare anche correnti ultra elevate adatte per la ricarica veloce, subendo però un sovraccarico minimo.

Ricarica velocissima, su tutti i dettagli sulla nuova I-Beam XFC

Per realizzare un pacco batterie vengono impiegati diversi elettrodi, ogni cella I-Beam XFC, è fatta su misura per ogni veicolo, così da adattarsi al meglio alla larghezza del telaio. Mettendo insieme queste celle si può arrivare ad ottenere un intero pacchetto con un sistema di raffreddamento incluso.

Nova ricarica I-Beam XFC, che svolta
Ricarica- (YouTube)- (bicyzen.it)

Da questo punto di vista, sarà eliminato il problema del surriscaldamento delle singole celle che riduceva le prestazioni di ricarica. L’azienda avrebbe dichiarato di possedere svariati brevetti per la I-Beam XFC. Le celle XFC, non sono stati facili da ottenere, il processo già iniziato dall’anno scorso, quando sono state convalidate da una terza parte. Sono molte le case automobilistiche che hanno dichiarato che nel 2024, presenteranno diversi prototipi equipaggiati con le celle XFC.

La densità delle celle, sarebbe di 300 wattora/chilogrammo, tanto da ottenere già diversi investimenti da parte di grandi marchi. Il sistema avrebbe successo in quanto è molto interessante, infatti le celle non si degradano nemmeno dopo 1000 cicli consecutivi di ricarica ultrarapida. Il tutto inoltre non influisce nemmeno sulle performance, è comunque in grado di passare dal 10% all’80% in soli 10 minuti. Si tratta di tempi da record che fino a qualche tempo fa erano decisamente impensabili.

Impostazioni privacy