Auto, spendere meno si può: trucchi facili per risparmiare

Auto, quanto ci costi! Ecco qualche dritta per risparmiare sul mantenimento del proprio mezzo di trasporto personale.

Da alcuni è ritenuto un bene di lusso, non tanto per la spesa iniziale d’acquisto quanto per la sua gestione successiva. E’ inutile girarci attorno.  Tra bollo, assicurazione, tagliando, revisione e benzina è un dissanguamento. Senza tralasciare altre ipotetiche spese in caso di eventuali cedimenti.

Risparmio manutenzione auto, i passi da compiere
Risparmio manutenzione auto, come muoversi (Canva) – Bicizen.it

Possedere un’automobile è sicuramente costoso e specialmente se non si dispone di uno stipendio fisso può diventare molto complicato mantenerla. La soluzione più facile e scontata potrebbe essere quella di rinunciare e spostarsi con i mezzi pubblici, ma in realtà non è detto. Il pessimismo cosmico non serve e noi vi forniremo qualche prezioso consiglio per rendere l’amministrazione del proprio veicolo sostenibile.

Auto, come spendere meno per il mantenimento

Il primo passo da compiere è personale. Occorre banalmente imparare a guidare. Procedere a tutta manetta o a strappi, con brusche accelerazioni e frenate, comporta consumi molto elevati. Il suggerimento è quello di adottare una marcia costante e di essere dolci sui pedali. Pigiare come non ci fosse un domani e a sproposito, significa “mangiarsi” il 25% in più di benzina nei centri cittadini e il 10% in più in autostrada.

E’ buona cosa poi verificare lo stato dei filtri dell’olio e se occorre sostituirli. Altro aspetto da non trascurare sono i condotti dell’aria, che vanno sempre mantenuti puliti, così la trasmissione andrebbe controllata con regolarità.

Occhio anche all’assicurazione. Esistono diversi portali che propongo delle comparazioni tra offerte e sono perfetti per capire verso dove orientarsi. E’ comunque importante diffidare delle proposte troppo allentati, in quanto nascondono sempre un inganno. Dunque la strada migliore è quella di vagliare i preventivi delle compagnie più note e ovviamente leggere bene il contratto. Farsi “catturare” dalla sola cifra finale è un errore. Meglio controllare bene tutto ciò che viene garantito. Compreso ciò che può essere eccessivo per la vettura di cui si dispone, pensiamo solo al Furto e Incendio per una macchina molto datata.

Pressione gomme, perché è importante
Pressione gomme, è importante controllarla sempre (Canva) -Bicizen.it

Altro aspetto da non trascurare mai sono le gomme. La loro pressione incide in maniera rilevante sul consumo di carburante e sulla tenuta del mezzo stesso. Per capirci, che uno pneumatico è sgonfio vi sarà maggiore resistenza al rotolamento e ciò, di conseguenza porterà ad un maggiore utilizzo di benzina/diesel per la marcia. Allo stesso modo anche trazione, stabilità e frenata verranno compromessi. Per rendere l’auto il più possibile efficiente e sicura, dunque, non va scordato di fare una semplice verifica. Se si nota che qualcosa non va, provvedere subito.

Chiudiamo con un altro consiglio che da un lato si aggancia a quanto appena detto. Avere una macchina sempre in ordine sul fronte liquidi, sistema frenante e motore, oltre che appunto “scarpe”, anche per quanto concerne l’usura del battistrada, tiene al riparo da spese extra che possono pesare molto sul portafoglio. Passare di tanto in tanto dal proprio meccanico di fiducia per una controllata genere, può permettere di individuare in tempo problematiche che, se trascurate potrebbero compromettere il funzionamento del veicolo e magari comportare un esborso di denaro massiccio.

Impostazioni privacy