Ferrari, l’ammissione di Vasseur è strappalacrime: è stato difficile farlo

Sono state ore di grande fermento in casa Ferrari. Anche Vasseur ha parlato nelle ultime ore con tanto di ammissione.

Sono stati giorni molto importanti per la Ferrari, con la presentazione della nuova monoposto che disputerà il mondiale 2024 di F1 con Charles Leclerc e Carlos Sainz. Sarà indubbiamente una stagione molto importante per il cavallino rampante e il team principal Frédéric Vasseur.

vasseur dichiarazioni presentazione ferrari annuncio hamilton
Vasseur (bicizen.it – Ansa)

Il manager francese è chiamato a obiettivi molto ambiziosi, come riportare la rossa stabilmente in lotta per la vittoria e per le posizioni che contano. Insomma, il 2024 è chiaramente una stagione da non sbagliare in alcun modo.

Detto questo, Vasseur ha già commentato alcuni dettagli legati al futuro della rossa e a quella che ha definito una grande difficoltà. Non ci resta altro da fare che scoprire qualcosa di più in merito di quelle che possiamo definire le dichiarazioni più calde del momento in assoluto.

Vasseur ammette la sua grande difficoltà: i dettagli

Parlare di Ferrari significa concentrarsi sulla F1, sul 2024 e l’imminente stagione che è da poche ore ufficialmente iniziata. Ma, inevitabilmente, significa anche parlare dell’approdo di Lewis Hamilton in rosso nel 2025. Un binomio già iconico e che ha portato i media a fare alcune domande a Frédéric Vasseur, team principal Ferrari. Le tempistiche di questo straordinario annuncio hanno stupito tanti addetti ai lavori, a partire da Toto Wolff, grande amico di Vasseur e numero uno del team Mercedes.

vasseur dichiarazioni presentazione ferrari annuncio hamilton
Vasseur parla delle chiamate relative al passaggio di Hamilton in Ferrari (bicizen.it – AQnsa)

A riguardo, ha parlato in conferenza stampa Vasseur, precisando che dopo aver concluso a buon fine il ‘colpo Hamilton’ ha dovuto fare due delle chiamate più difficili della sua vita: “Dire a Sainz che avevamo deciso di rimpiazzarlo non è stata tra le telefonate più facili della mia vita, così com non è stato neanche semplice telefonare a Toto Wolff per metterlo al corrente di quanto fosse successo”. Si è trattato sicuramente di una doppia azione molto difficile, soprattutto per cercare di non mancare di rispetto a Carlos Sainz e a far capire a Wolff lo stato effettivo delle cose.

Tuttavia, a prescindere da tutto, è chiaro che l’approdo di Hamilton in Ferrari porterà tantissimi benefici alla rossa. Per il momento, però, è bene pensare al 2024. La rossa deve risalire la china dopo una serie di stagioni molto complicate e decisamente lontane dall’apice del mondiale di Formula Uno. Prima del grande matrimonio fra Hamilton e la Ferrari, quindi, ci aspettiamo grandissime cose dal cavallino rampante nel 2024.

Impostazioni privacy