Italia, è legge: non puoi baciare il tuo partner in macchina, nemmeno sulla guancia

Quello che vi stiamo per raccontare è abbastanza paradossale e lascia perplessi. Dall’Italia arriva una legge che vieta di baciare il partner in macchina o chiunque altro.

Si tratta di situazioni molto delicate da affrontare, anche perché quando viene emanata una legge c’è sempre un motivo. Oggi però di fronte a questo divieto ce ne troviamo ben pochi.

Baci in macchina
Vietato baciarsi in auto (Bicizen.it)

Un bacio è uno scambio d’affetto, d’amore, una cosa di cui si ha grande bisogno in un periodo come questo in cui divampano, purtroppo, diverse guerre in giro per il mondo. Imparare nuovamente a volersi bene è fondamentale sotto diversi punti di vista, perché l’umanità sembra davvero essersi dimenticata come si fa.

Eppure ci sono dei limiti dovuti non solo dalla decenza ma anche dal buon senso. Ed è per questo che si è deciso di tirar fuori dal cilindro una legge che ha fatto parlare non poco il nostro paese. E chissà che non possa seguire qualcun altro paese pronto a comprendere e assecondare una scelta che ha fatto arrabbiare molte persone. Ma andiamo ad approfondire il tutto.

La legge che vieta i baci in auto

Arriva una legge in Italia che vieta i baci in automobile e che spiazza gli innamorati. Sì, avete capito bene, se date un bacio, anche sulla guancia, al vostro partner potreste essere costretti a prendere una multa anche molto salata.

A Eboli, un comune in provincia di Salerno, scambiarsi baci ed effusioni in macchina può portare fino a 500 euro di multa. Non si parla ovviamente di scambi indecenti che avvengono in un parcheggio, che al momento sono già regolamentati, ma di baci mentre si guida. Questo perché, alla fine non a torto, lo scambio di effusioni potrebbe portare il conducente a distrarsi fino alla perdita del controllo del veicolo e ai conseguenti incidenti.

Baciare è vietato in macchina
Bacio in automobile (Bicizen.it)

In molti hanno polemizzato su questa situazione, attaccando proprio il fatto che la legge sembra essere troppo restrittiva. A difesa del legislatore però si può sottolineare che sicuramente l’attenzione non è mai troppa e che molte persone si sentono davvero troppo libere in alcune occasioni di fare quello che vogliono causando anche dei problemi non di poco conto. Vedremo se a Eboli faranno seguito altri comuni in giro nel nostro paese, al momento però la situazione è circoscritta a questo comune di Salerno e non è stata approvata in altri luoghi d’Italia.

Impostazioni privacy