Renault vuole vincere la guerra dei prezzi con la nuova tecnologia tagliacosti

La Renault mantiene ancora i prezzi contenuti e la sua guerra al risparmio sta dando una serie di risultati eccezionali.

Al giorno d’oggi è evidente come i grandi marchi automobilistici stiano cercando quanto più possibile di abbattere i prezzi delle vetture, in modo tale da venire incontro ai clienti che devono combattere con l’inflazione. Chi ha sempre dato grande risalto al costo contenuto delle proprie vetture è la Renault, con il colosso transalpino che anche in questo caso cerca di ridurre i costi.

Renault Scenic e-Tech auto elettrica nuova batteria prezzo
Renault, la guerra dei prezzi (Canva – bicizen.it)

Le principali problematiche che devono affrontare le aziende è il prezzo davvero troppo elevato delle auto elettriche. Questi veicoli infatti presentano ancora una serie innumerevole di problemi da un punto di vista tecnico, con l’autonomia che spesso è molto limitata e i tempi di ricarica lunghissimi, ma il loro costo di partenza è alle stelle.

Per questo motivo sono necessari i vari Ecobonus per fare in modo che le automobili a impatto zero possano essere sempre più richieste sul mercato. La Renault dunque ha capito che abbattere i prezzi può essere la soluzione migliore per poter entrare come leader nel settore in questa realtà, con la casa francese che ora sta studiando una strategia innovativa.

Renault si lega con Tesla? Cosa bolle in pentola in Francia

Con le vendite sempre più numerose delle auto Dacia, parte integrante del Gruppo Renault, la casa centrale ha modo di concentrarsi su una serie di strategie per il proprio marchio. Ecco dunque come mai la Renault sta pensando di rinnovare la propria gamma elettrica avvicinandosi alla AESC Envision, una delle principali realtà in Cina per la produzione di batterie LFP, litio-ferro-fosfato.

Renault Scenic e-Tech auto elettrica nuova batteria prezzo
Renault Scenic e-Tech (Renault Press Media – bicizen.it)

Questo legame, come spiegato da Les Echos, sarebbe un modo per avvicinarsi anche alla Tesla, in quanto anche Elon Musk e soci hanno grossi accordi con la nazione asiatica per poter abbattere i costi delle proprie auto. La Cina infatti possiede una serie davvero vasta di materie prime adatte per la produzione di batterie elettriche, il che le permette di abbattere i costi.

La Envision è leader nel settore elettrico, tanto da essere parte anche del Mondiale di Formula E e lottare per le prime posizioni, montando una power train della Jaguar. Al momento la Renault usa le batterie NMC, ovvero nichel-manganese-cobalto, con queste che rimarrebbero sulla Scenic e-Tech, ma con la nuova 4 e-Tech e la Twingo elettrica, si potrebbe passare a queste nuove batterie che permetterebbero di abbattere ancora di più i prezzi di vendita.

Impostazioni privacy