Polizia in Tesla: la novità di cui parlano tutti, cos’è successo

Una delle notizie che sta circolando maggiormente in rete riguarda la misteriosa presenza della polizia nel mondo Tesla.

La Tesla è una delle case automobilistiche più prestigiose al mondo, perciò la presenza della polizia nelle fabbriche dell’azienda di Austin ha lasciato tutti senza parole. Il marchio americano, che è specializzato nella produzione di veicoli elettrici, ha come obiettivo principale il miglioramento della qualità della vita. In modo particolare, il sogno è diffondere l’auto a zero emissioni su tutto il pianeta, contribuendo alla transazione verso una mobilità sostenibile.

Tesla Polizia che decisione!
Cosa faranno con le Tesla i poliziotti? (Canva) – Bicizen.it

Pertanto, la casa automobilistica californiana è riuscita ad ottenere una serie di record mondiali: nel 2020, ad esempio, è riuscita a toccare 1 milione di veicoli elettrici venduti, mentre nel 2021 ha raggiunto i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione. Attualmente, ha firmato un accordo molto importante con la polizia italiana.

Il connubio Polizia-Tesla

Per la prima volta un’auto della polizia italiana sarà completamente elettrico, grazie ad un accordo siglato tra la casa automobilistica di Austin e la polizia. Per la precisione, il veicolo delle forze dell’ordine percorrerà il tratto autostradale tra Venezia e Padova, che è gestito da Concessioni Autostradali Venete. Inoltre, il modello scelto è la Tesla Model X, che è stata presentata di recente a Padova, precisamente al Compartimento di Polizia Stradale per il Veneto. L’automobile è stata acquistata da Cav Spa dopo aver vinto una gara d’appalto, organizzata per affidare alle forze dell’ordine una vettura a zero emissioni. Ovviamente, l’auto dell’azienda di Austin ingloba una serie di novità, che riguardano il motore elettrico e i vari dispositivi tecnologici.

novità assoluta per tesla
Polizia e Tesla (Facebook Puntato Forze di Polizia) – bicizen.it

Per quanto riguarda le caratteristiche della Model X della polizia, questa è dotata di una batteria altamente performante da 100 kWh, la quale garantisce un’autonomia di circa 567 km. In più, è in grado di spingere il veicolo fino ai 262 km/h di velocità massima. Ciò che impressiona maggiormente è l’accelerazione: infatti, il motore può raggiungere i 100 km/h in soli 3,9 secondi. Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova vettura elettrica della polizia dovrebbe entrare in servizio agli inizi del 2024. Il suo obiettivo principale sarà controllare la sicurezza del tratto autostradale che va da Padova a Venezia e la Tangenziale di Mestre.

Chiaramente, non sarà un compito facile, poiché queste strade sono percorse da circa 210.000 veicoli ogni giorno. Ad ogni modo, uno dei problemi da risolvere è quello inerente all’implementazione dei punti di ricarica. Per questo motivo, la Cav Spa sta cercando di colmare le varie lacune presenti nella mobilità sostenibile, in particolar modo a Marghera, a Venezia Mestre e alle uscite autostradali di Padova Est. In più, verranno installate delle colonnine anche nelle aree di servizio di Arino Est, Arino Ovest e Marghera Est.

Impostazioni privacy