Ultim’ora Stellantis, taglio alla produzione: a rimetterci è proprio il Suv di punta

Stellantis costretta a una decisione importante. Possibile un taglio alla produzione di uno dei modelli di punta

Stellantis ha detto basta. Il gruppo automobilistico è pronto a un provvedimento importante per uno dei marchi che compongono la sua galassia, famoso nel mondo per la produzione di Suv.

Stellantis taglio produzione stabilimento Detroit
Stellantis costretta a una scelta importante (Ansa) – Bicizen.it

Ci riferiamo al marchio Jeep, da sempre un punto di riferimento per tutti gli amanti dei Suv o, comunque, dei fuoristrada in grado di affrontare ogni tipo di terreno, anche quello più ispido e complesso.

E da quando la Jeep è entrata nel gruppo Fca prima e poi Stellantis, il marchio ha registrato un notevole successo anche in Italia. Ormai per le nostre strade sono migliaia le Renegade circolanti, seguite a stretto giro di posta dalle Compass, una vettura più grande e comfortevole della “sorella minore”, una sorta di vero e proprio entry level nel marchio.

E l’offerta è davvero molto ampia per quanto riguarda le Jeep attualmente in listino; oltre alle già citate Renegade e Compass, vi sono anche la Grand Cherokee – un vero e proprio mega Suv – la Wrangler, il pick up Gladiator e soprattutto la Avenger, l’ultima di casa ma anche l’unica ad essere disponibile nella versione completamente elettrica.

Jeep, ecco cosa accadrà: già tutto deciso

Un’offerta davvero molto ricca eppure a breve potrebbe cambiare qualcosa. La Stellantis ha infatti deciso di tagliare nello stabilimento di assemblaggio di Detroit un turno di lavoro. Una decisione che, come spiegato dalla Reuters, ha uno scopo ben preciso ovvero la necessità, per il gruppo, di gestire le immatricolazioni dei Suv prodotti e conformarle in base alle leggi vigenti in ogni Stato Usa.

Un processo che si è attivato dopo le normative sulle emissioni dello Stato della California. Lo stop di un turno, quindi, non è dovuto ai dati di vendita negativi tantomeno alla mancanza di componenti per l’assemblaggio delle vetture.

Jeep taglio turni produzione Cherokee
La Jeep Grand Cherokee è costruita nello stabilimento di Detroit – Bicizen.it

Nello stabilimento di Detroit Assembly Mack i turni saranno quindi ridotti a due, con un evidente taglio della produzione. Nella fabbrica in Michigan viene costruito il Grand Cherokee nelle sue diverse versioni e sono 4.600 i lavoratori impiegati lì. Questa operazione, come spiegato da Reuters che cita Stellantis, è volta a migliorare le prestazioni “nel caso in cui un cambiamento nelle normative o nel mercato garantisca un aumento dei volumi”.

Non solo Detroit, però; stessa operazione sarà effettuata per la fabbrica di Toledo, in Ohio, che assembla la Jeep Wrangler. Anche qui due i turni su cui sarà spalmato il lavoro, una situazione che potrebbe comportare un ulteriore taglio alla produzione per i modelli interessati.

Impostazioni privacy