Bloccata la viabilità nella capitale, cittadini sconvolti: cosa sta succedendo

Non poter circolare nella capitale non può che rappresentare un grave problema per tantissime persone, eppure è proprio quello che è accaduto negli ultimi giorni.

Vedere milioni di persone circolare in una capitale ogni giorno è più che normale, solitamente infatti a raggiungerla non sono solo i suoi stessi abitanti, ma anche diverse persone che arrivano lì per motivi di lavoro e di studio, consapevoli delle maggiori possibilità che può offrire. Questo senza poi contare i turisti che sono sempre diretti verso le città principali.

Cittadini a piedi
Tutti i cittadini della capitale hanno questo problema (Canva) – Bicizen.it

A volte, però, i governi dovrebbero mettere in conto alcune situazioni impreviste o improvvise che possono causare problemi non da poco e che spingono a modificare i piani iniziali. Basti pensare a quando si registrano scioperi di mezzi pubblici o si verificano incidenti di ampia portata, che possono rendere difficile se non impossibili gli spostamenti. Ed è questo quello che è accaduto negli ultimi giorni.

Una capitale finita nel caos: ecco perché

Chi vive o lavora in una capitale e deve raggiungerla ogni giorno sa bene come a volte sia difficile riuscire a calcolare i tempi per riuscire ad arrivare a destinazione. Il traffico spesso non c’è solo nelle ore di punta, per questo a volte si preferisce ripiegare sui mezzi pubblici, che danno maggiori certezze, a eccezione di quando ci sono gli scioperi. Anche in questo caso, però, possono verificarsi problemi non da poco.

Questo è quanto sta accadendo in questi giorni a Oslo, in Norvegia, dove i bus elettrici, adottati per ridurre le emissioni, non sono riusciti più a funzionare come al solito. Il motivo? Tutto è da addebitare alle temperature rigidissime che si stanno registrando sia in quel Paese sia in Svezia, dove si è arrivati di molto al di sotto dello zero con il termometro che oggi 11 gennaio ha fatto registrare un grado.

capitale problema viabilità
Il freddo può causare gravi problemi ai bus eelttrici – Foto |! Canva – Bicizen.it

La funzionalità della batteria e la sua automomia risultano infatti essere strettamente legate alla temperatura, per questo riuscire a percorrere lunghe distanze può diventare difficile in realtà come quella. Ruter, la società che gestisce gli autobus elettrici nella capitale norvegese, ha provato a tranquillizzare tutti, per quanto possibile, sottolineando di essere consapevole di come questo inconveniente avrebbe influenzato il servizio, per questo ha sottolineato di avere “Risolto questo problema modificando i turni di ricarica e sistemando la relativa infrastruttura di ricarica”.

Un problema da risolvere

Puntare su una flotta di bus elettrici non può che essere importante per una capitale e non può che essere il segno di come un governo abbia compreso quanto l’attenzione all’ambiente debba essere un aspetto cruciale. In una realtà come Oslo, però, è più che normale ritrovarsi con temperature ben al di sotto dello zero, per questo si potevano prevedere i problemi registrati dai mezzi.

Alcuni esperti hanno sottolineato come il risparmio della carica delle batterie usato per riscaldare i veicoli si possa ottenere con i bruciatori a gasolio. Sfruttare un sistema simile, però, stride con l’obiettivo di emissioni zero che la città di Oslo si propone di raggiungere già entro quest’anno per tutti i suoi trasporti pubblici

Non si può quindi che provare a trovare una soluzione che possa risultare una sorta di mediazione tra la sostenibilità e la gestione del freddo. Se si vogliono mantenere inalterati i percorsi abituali non può quindi che essere necessario utilizzare questi sistemi, in modo tale da compensare la perdita del 30% della batteria che si registra in inverno.

Impostazioni privacy